Cicli & ricicli: la raccolta differenziata dell’alluminio punta sulle due ruote

[2 luglio 2015]

Dopo aver partecipato al Giro d’Italia 2015 con i campioni del team Astana, Il consorzio nazionale per il riciclo dell’alluminio, Cial, è stato anche partner ufficiale del campionato italiano di ciclismo che si è svolto in Piemonte dal 24 al 27 giugno. Un modo per ribadire l’importanza di raccogliere tutti gli imballaggi in alluminio – che in Toscana vanno conferiti nei contenitori del multimateriale – prima di essere selezionati e puliti da Revet che poi li invia in fonderia per il riciclo vero e proprio. In Italia infatti esiste una solida industria per il riciclo dell’alluminio, che consente di evitare il prelevamento di risorse naturali come la bauxite.

A consolidare la presenza di CiAl, sul percorso, c’erano due “monumenti” realizzati con lattine usate e riutilizzate per creare, a Legnano, tappa di partenza della gara uomini del 26 giugno, il cd. “foglio firme” un grande pannello dove i ciclisti segneranno il loro passaggio, a Superga, tappa di arrivo, un mega biciclettone, alto fino a 4 metri, sempre fatto con le lattine per bevande in alluminio usate.