COREVE SPONSOR DI HIGH SCHOOL GAME 2013

[14 marzo 2013]

CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) ha scelto insieme agli altri consorzi di filiera di diventare sponsor del nuovo gioco “High School Game 2013”, pensato dalle scuole delle Marche per mettere alla prova e premiare la preparazione culturale dei loro studenti, anche in fatto di ambiente.

La grande novità di quest’anno è che High School è diventato nazionale, quindi al termine della competizione Regionale, gli Istituti più bravi parteciperanno alla Finalissima Nazionale, per diventare la Scuola Numero Uno d’Italia e vincere fantastici premi!

High School Game, partito il 25 febbraio, è un gioco a quiz itinerante, con risposte multiple, rivolto agli studenti delle classi 5^ che si sfidano a colpi di telecomando su vari argomenti che spaziano dalla cultura generale, all’attualità, alle buone pratiche, come il corretto riciclo dei materiali, fino alle tematiche più disparate e curiose.
Una gara, con il sistema dell’eliminazione diretta, che coinvolge 71 Istituti Superiori delle Marche e prevede un vincitore per ciascuna puntata che si qualificherà per la finalissima tra Istituti che si terrà nell’auditorium di Banca Marche.

“Siamo molto contenti di essere sponsor di un’attività che si presenta come un gioco, ma ha in realtà un grande valore formativo – dichiara Gianpaolo Caccini, Presidente del CoReVe – CoReVe da sempre è attivo e attento sul fronte delle scuole, promuove, infatti, diversi interessanti progetti che coinvolgono gli studenti, in quanto riteniamo che il punto principale da cui partire per diffondere l’importanza di temi quali, la sostenibilità o il rispetto dell’ambiente, e aumentare la consapevolezza dell’importanza del riciclo siano i ragazzi, che rappresentano il futuro del nostro pianeta. A tal proposito ci tengo a ricordare che è da poco partito anche il concorso “GlassTellers 2013”, organizzato da Assovetro (Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro) e CoReVe – continua Caccini – e rivolto invece ai più piccoli che hanno il compito di scrivere dei racconti, partendo da un incipit di Cristina Comencini, focalizzandosi sui temi di ambiente, salute, riciclo e design. A fine anno scolastico, una giuria di esperti selezionerà le classi che hanno prodotto i migliori racconti e le premierà nel corso di una apposita cerimonia.”