Dalla green economy 3 milioni di occupati

[26 ottobre 2017]

In Italia circa 3 milioni di persone sono occupate nel settore della green economy, e rappresentano una quota pari al 13% dell’occupazione complessiva nazionale. Sono questi i dati relativi ai green job, ossia quei lavori che applicano competenze “verdi”, in Italia. A rivelarlo è lo studio GreenItaly 2017, giunto alla sua ottava edizione, curato da Fondazione Symbola e Unioncamere e sostenuto dal ministero dell’Ambiente. Cifre che secondo lo studio sono destinate a salire, prevedendo che dalla nostra economia ‘verde’ arriveranno quest’anno 320 mila green jobs.  Considerando anche le assunzioni per le quali sono richieste competenze green, si aggiungono altri 863 mila occupati. Un vero e proprio boom del settore, visto anche che “nell’area aziendale della progettazione e della ricerca e sviluppo” – sostiene ancora il report – “i green jobs rappresentano il 60% delle assunzioni previste per il 2017″. “Emerge con sempre maggiore forza la necessità – ha  commentato il presidente della Fondazione Symbola Ermete Realacci – di un’economia più sostenibile e a  misura d’uomo, e per questo più forte e competitiva.  Per andare in questa direzione occorre un’economia che incroci innovazione e qualità con valori e coesione sociale; ricerca e tecnologia con design e bellezza, industria 4.0 e antichi saperi. La green economy è la frontiera più avanzata per cogliere queste opportunità”. Intanto, più di un’impresa su quattro in Italia ha investito dal 2011 ad oggi in efficienza energetica e green economy. In totale sono circa 355mila le aziende che da sette anni a questa parte hanno puntato sulle energie rinnovabili e sull’economia verde: in termini percentuali il 27% delle imprese del nostro Paese. Una cifra che sale oltre il 33% se si prendono in considerazione anche le imprese del settore manifatturiero.