Domenica 22 marzo ASA SpA celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua 2015

[19 marzo 2015]

Domenica 22 marzo 2015 si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (“World Water Day”). Il tema di questo anno è “acqua e sviluppo sostenibile”. Quale migliore occasione di questa importante ricorrenza, instituita dalle Nazioni Unite nel 1992, per mettere in evidenza alcuni risultati raggiunti da ASA SpA per garantire ai propri Clienti un servizio di qualità nel rispetto dell’ambiente.

Attraverso gli investimenti, il lavoro e la professionalità l’Azienda ha saputo risolvere nel territorio gestito (che comprende 33 Comuni, 20 dei quali fanno parte della provincia di Livorno, 12 della provincia di Pisa e 1 della provincia di Siena) molte criticità, alcune delle quali rare a livello mondiale come la presenza del boro e dell’arsenico nelle acque della Val di Cornia e dell’Isola d’Elba.

Anche in queste due zone l’acqua erogata dal rubinetto di casa è potabile e sicura, grazie alla costruzione della centrale di Franciana (Piombino), dove è possibile vedere gli impianti per il trattamento del boro e dell’arsenico, unici al mondo per dimensione e tecnologia avanzata.

In relazione alla complessità delle attività dell’Azienda, lasciamo parlare i numeri. Le 27 fonti di alta qualità sparse nel territorio servito hanno erogato gratuitamente più di 51 milioni di litri d’acqua. Se consideriamo che una bottiglia di acqua minerale da 1,5 litri costa 0,30 €, i cittadini hanno risparmiato più di 10 milioni di euro. 101 sono invece le fontanelle tradizionali riattivate e potenziate nella sola città di Livorno.

15 nuovi pozzi all’Isola d’Elba fra ristrutturazioni e nuove ricerche per aumentare la disponibilità d’acqua potabile.

Grazie agli interventi di manutenzione e sostituzione delle condotte, alla distrettualizzazione dei quartieri, all’installazione di riduttori e inverter di ultima generazione, eseguiti in questi anni nei 33 Comuni, le perdite reali di distribuzione sono state ridotte al 21,89% (con la riduzione del 0,51% rispetto al 2012 che significa un risparmio effettivo, nel 2013, di circa 237.000 mc di acqua).

79 gli impianti di depurazione gestiti da ASA. Alcuni dei quali consentono a tutti i Comuni della costa livornese (a partire da Livorno – 3 Ponti – fino ad arrivare a Piombino – Costa Est) di mantenere il prestigioso riconoscimento della bandiera blu, assegnata dalla FEE (Foundation for Enviromental Education).