Ex Damas: i risultati dei campionamenti ARPAT

[3 febbraio 2014]

In merito agli articoli degli ultimi giorni sulla situazione dei fanghi tossici alla ex Damas in cui si fa anche riferimento alle analisi di ARPAT, si precisa che questa Agenzia ha trasmesso alla Provincia di Massa Carrara, lo scorso 28/01/2014, i rapporti di prova relativi ai campioni di acque presenti nelle aree prospicienti l’area di stoccaggio rifiuti della Società ex Damas, prelevati il 14/01/2014.

Gli esiti analitici, pur indicando un contenuto in metalli limitato, confermano la criticità della situazione e la necessità, pertanto, di procedere alla rimozione dei rifiuti e al ripristino dell’area. Si precisa che le acque oggetto degli accertamenti analitici saranno smaltite come rifiuti speciali e non saranno pertanto scaricate né in acque superficiali né in fognatura.

I risultati dei campionamenti mostrano inoltre un limitato inquinamento organico dell’acqua presente alla base del muro di contenimento della discarica. Non si esclude, pertanto, la necessità di procedere da parte dell’azienda ad un’attento monitoraggio dello stato effettivo della discarica.