Far crescere quantità e qualità degli imballaggi metallici avviati a riciclo

[10 aprile 2014]

Far crescere la quantità e la qualità degli imballaggi avviati a riciclo dalla Toscana. E’ questo  l’obiettivo di Revet e della Regione Toscana, che in questi anni hanno avviato campagne di comunicazione ad hoc per i singoli imballaggi che in tutta la Toscana vengono raccolti nei contenitori del multi materiali e quindi portati a Pontedera o nei centri satellite, dove gli impainti Revet provvedono a separare i cinque materiali (plastiche, alluminio, acciaio, vetro e cartoni per bevande in poliaccoppiati come ad esempio il tetrapak), preparandoli per il successivo riciclo.

Proprio nell’ambito di questo percorso è stata avviata in questi giorni, nelle province di Arezzo, Grosseto e Siena, la campagna di comunicazione di Revet e dei consorzi nazionali Ricrea (acciaio) e Cial (alluminio) che si pone l’obiettivo di far crescere nel 2014 le quantità di imballaggi in acciaio e alluminio avviati a riciclo, che nel 2013 sono state rispettivamente 605 tonnellate e 72 tonnellate nel territorio dell’Ato Toscana Sud, gestito da Sei Toscana.