Firenze: al Robert F. Kennedy Center Kerry Kennedy inaugura la colonnina Enel per ricarica auto elettriche

[16 maggio 2014]

Questo pomeriggio, nell’ambito della conferenza stampa di bilancio del primo anno di attività a Firenze della Robert F. Kennedy International House of Human Rights, prima dell’inaugurazione della House Library alla memoria di Riccardo Garrone, Kerry Kennedy ha inaugurato anche la colonnina di ricarica per veicoli elettrici installata da Enel Distribuzione proprio davanti al portone di via Ghibellina. Kerry Kennedy, arrivata a bordo di una Renault Zoe elettrica con il vicesindaco reggente Dario Nardella, ha potuto effettuare il primo pieno di elettricità, confermando il RFK Center di Firenze uno dei luoghi simbolo per le tematiche della sostenibilità e delle Smart Cities.

Per Enel Distribuzione era presente la Responsabile Qualità, Sicurezza e Ambiente Anna Brogi che ha sottolineato “la condivisione di valori con la Fondazione Kennedy e il comune impegno per la sostenibilità ambientale che può crescere solo con la ricerca continua di soluzioni tecnologiche innovative in grado di affrontare le sfide del terzo millennio, cosa che a Firenze sta avvenendo grazie al  rapporto di collaborazione proficua tra Istituzioni, aziende e associazioni”.

Le infrastrutture, installate da Enel Distribuzione, sono del tipo Pole Station, possono ricaricare a 3kW (slow) o a 22 kW (quick) e garantiscono l’alimentazione dei veicoli di nuova generazione così come del parco di veicoli già circolante con una ricarica “intelligente” e “interoperabile”. Le infrastrutture Enel, infatti, consentono una ricarica innovativa e interamente telegestita da remoto, in cui l’identificazione dell’utente avviene tramite card dedicata, per un uso semplice, comodo e sicuro della stazione. Le colonnine sono accessibili a tutti gli “electric drivers” già in possesso di una card rilasciata dal loro fornitore di elettricità. Un impegno comune – quello del RFK Center, del Comune di Firenze e di Enel – per favorire lo sviluppo e la diffusione della mobilità elettrica “a zero emissioni” in città