Firmato il contratto per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione del fabbricato ARPAT di Via Ponte alle Mosse

[31 ottobre 2014]

Oggi è stato firmato dal Direttore generale ARPAT, Giovanni Barca, il contratto per l’affidamento della progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione edlizia dell’immobile di proprietà ARPAT posto a Firenze in Via Ponte alle Mosse 211, destinato alla direzione dell’Agenzia.

Si conclude così la gara bandita nell’ottobre dello scorso anno , che ha visto la presentazione di ben 31 offerte e senza presentazione di alcun ricorso da parte dei concorrenti.

La gara è stata aggiudicata all’offerta economicamente più vantaggiosa presentata da un Raggruppamento Temporaneo d’Impresa (RTI) avente cone capogruppo la società Merlo Lino Impianti di Torino e la C.D.G. service Torino (mandante).

Il quadro economico complessivo dell’intervento ammonta a 4.300.000,00 euro, e comprende, oltre all’importo dei lavori, le spese tecniche, gli oneri fiscali, gli imprevisti ed il ribasso di gara. Tutto l’intervento viene realizzato completamente in autofinanziamento, senza alcun contributo aggiuntivo da parte della Regione e senza ricorso al credito.

Dopo l’odierna firma del contratto, la ditta aggiudicataria che si avvale di un Raggruppamento temporaneo di professionisti di Torino avrà 35 giorni per la predisposizione del progetto esecutivo, e quindi, dopo l’approvazione da parte dell’Agenzia e relativa validazione 330 giorni consecutivi per l’esecuzione dei lavori. Tali lavori  si prevede potranno essere conclusi entro il 2015. Quindi, nel primo semestre 2016, si potranno trasferire gli uffici della Direzione ARPAT di Via Porpora 22 nella sede ristrutturata.

Fra i primi obiettivi individuati dall’attuale  direzione di ARPAT , c’è quello di dar vita ad una politica di revisione delle spese (spending review) che permettesse di ottimizzare al massimo tutte le spese di funzionamento dell’Agenzia. In particolare ci si è mossi per risparmiare sulle spese sostenute per l’affitto di sedi dell’Agenzia, coerentemente con gli indirizzi della giunta regionale. In particolare su quella della Direzione di Via Porpora (ai numeri civici 22 e 5) che costavano quasi un milione di euro l’anno.

Già dall’inizio del 2012 sono stati liberati i locali di via Porpora 5 (risparmiando 253.000,00 euro l’anno), concentrando tutto il personale della Direzione nella sede di Via Porpora 22. Al contempo è stato deciso di avviare un percorso che porterà appunto al trasferimento della Direzione presso la sede di Via Ponte alle Mosse, di proprietà dell’Agenzia (risparmiando 662.000,00 euro l’anno), riunificando in questa area, la Direzione regionale dell’Agenzia, le strutture ed il Laboratorio dell’Area Vasta Centro, nonchè il Dipartimento provinciale di Firenze.

L’intervento in questione si propone la ristrutturazione integrale di un fabbricato  all’interno dell’area di Via Ponte alle Mosse, delimitata dalle strade via Ponchielli e Via Petrella.

L’Edificio che sarà ristrutturato si sviluppa su una superficie utile complessiva pari a mq 3.295,00 circa suddiviso su 4 piani, che sarà interessato principalmente dalle seguenti opere:

  • Ristrutturazione e recupero dell’involucro del fabbricato, comprensivo della copertura, prevedendo il suo totale rifacimento, con la previsione di posa di impianti fotovoltaici e/o di solare termico.
  • intervento di riparazione locale e miglioramento sismico dell’edificio;
  • Intervento di rivestimento, a mezzo di cappotto isolante, per l’abbattimento e relativo miglioramento delle prestazioni termiche, con allineamento agli standard previsti per i fabbricati delle p.a. (Innalzamento della classe energetica).
  • Adeguamento dei principali impianti a servizio del fabbricato, in particolare: Impianto elettrico, Impianto meccanico, Adeguamento impianti antincendio, Impianti elettrici speciali;
  • Nuova distribuzione delle dorsali e cablaggio a mezzo di fibra ottica per la trasmissioni dei dati e fonia.