Gli esiti degli accertamenti svolti da ARPAT

[17 giugno 2015]

Nel primo pomeriggio di sabato 6 giugno 2015 la Polizia municipale di Vaglia accertava la presenza di gasolio nel corso del fiume Carza in località Fontebuona. Nella mattinata di lunedi 8 giugno tecnici del settore Mugello di ARPAT hanno effettuato un’ispezione, insieme con la Polizia municipale, nella zona indicata al fine di individuare le possibili cause del fenomeno.

Dagli accertamenti eseguiti è emerso quanto di seguito riportato.

  • Lo sversamento di combustibile (probabilmente gasolio) anche se di lieve entità, era ancora visibile

presenza gasolio residuo. 1).

  • L’iridescenza appariva visibile in modo chiaro in corrispondenza dell’innesto di un ramo di fognatura nella condotta principale che scorre sulla riva sinistra del torrente Carza

innesto fogna

  • Sul piazzale posto sull’argine, in corrispondenza della calata del ramo fognario sopra descritto è presente un pozzetto in ghisa quadrato, che gli operatori ARPAT hanno provveduto ad ispezionare non rilevando visivamente presenza di combustibile.

I tecnici ARPAT si sono recati nei medesimi luoghi anche nel pomeriggio di giovedì 11 giugno, al fine di verificare nuovamente se era ancora presente il fenomeno in questione, accertando:

  • che la presenza di combustibile era ancora visibile

gasolio presente 11 giugno

No potendo quindi accertare l’origine della perdita di combustibile che defluisce nel torrente Carza, il personale ARPAT ha chiesto alla Soc. Publiacqua S.p.A. di eseguire nuove e più accurate ricerche sulle fognature dell’area in modo da escludere con certezza che il fenomeno si origini da una perdita di liquidi dalle stesse e non da uno sversamento puntuale ad opera di ignoti.