Gli impianti di Sienambiente ottengono la certificazione ambientale Emas

[15 aprile 2015]

Gli standard di efficienza ambientale di tutti gli impianti di Sienambiente hanno ottenuto la certificazione Emas, il massimo riconoscimento europeo in tema di sostenibilità ambientale. Dopo il termovalorizzatore di Foci (Poggibonsi) e l’impianto di selezione, compostaggio e valorizzazione delle raccolte differenziate di Pian de Le Cortine (Asciano) – che hanno ottenuto il riconoscimento rispettivamente nel 2010 e nel 2012 -, Sienambiente ha esteso la registrazione alle discariche per rifiuti non pericolosi di Torre a Castello (Asciano) e di Poggio alla Billa (Abbadia San Salvatore), e all’impianto di compostaggio situato anch’esso nel sito di Poggio alla Billa.

Il riconoscimento, arrivato al termine di un percorso cui Sienambiente si è sottoposta volontariamente per monitorare e migliorare nel tempo una serie di parametri e indicatori ambientali, rappresenta un ulteriore passo rispetto ai certificati ISO 9001, ISO 14001, l’OHSAS 18001 già conseguiti. Un lavoro costante sviluppato a partire dal 2008, culminato con la registrazione Emas, con la quale l’Unione Europea assegna un riconoscimento pubblico, inserendo gli impianti nell’apposito elenco nazionale di siti e organizzazioni registrate. In particolare, la registrazione Emas dimostra il pieno rispetto della normativa ambientale per tutta la dotazione impiantistica, individuando al contempo obiettivi di miglioramento su indicatori-chiave (efficienza energetica, acqua, emissioni, biodiversità).

«Oggi tutti i nostri impianti vantano la registrazione Emas, un riconoscimento europeo che attesta l’efficienza ambientale del nostro operato nella gestione degli impianti che garantiscono la corretta gestione del ciclo integrato dei rifiuti – ha dichiarato il Presidente di Sienambiente Fabrizio Vigni – Siamo soddisfatti di questo importante risultato ma non vogliamo certo fermarci qui e per questo Sienambiente proseguiremo a lavorare per il continuo miglioramento delle prestazioni ambientali sia nella gestione degli impianti di trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti che nello sviluppo della green economy, in particolare per quanto riguarda il recupero di materia ed il riciclo».

Per ottenere la registrazione Emas, Sienambiente ha redatto e presentato la Dichiarazione ambientale, un documento che raccoglie le informazioni sull’efficienza ambientale e su come questa viene mantenuta e migliorata nel tempo, una descrizione delle attività svolte, una valutazione degli aspetti ambientali diretti ed indiretti connessi con le attività in questione e un compendio dei dati quantitativi concernenti la produzione di rifiuti, il consumo di materie prime e di energia, le emissioni in atmosfera, l’utilizzo delle risorse. La Dichiarazione è a disposizione per la consultazione sul sito aziendale.