Gli ispettori ambientali di Sei Toscana a lavoro a fianco dei Comuni contro l’errato conferimento dei rifiuti

[18 agosto 2017]

Prosegue il lavoro degli ispettori ambientali di Sei Toscana a fianco dei Comuni dell’Ato Toscana sud contro l’abbandono e l’errato conferimento dei rifiuti. Un’attività utile a contrastare quei comportamenti scorretti che vanno a inficiare l’impegno e l’attenzione sia di tutti quei cittadini che separano e conferiscono correttamente i propri rifiuti, sia degli operatori che ogni giorno devono far fronte a situazioni di criticità.  Non solo, oltre al danno ambientale e d’immagine, l’abbandono dei rifiuti genera costi supplementari per le amministrazioni comunali, costi che inevitabilmente si riversano su tutta la cittadinanza. Per far fronte a queste problematiche, Sei Toscana mette a disposizione dei Comuni un servizio completo, affiancando le attività degli ispettori ambientali (che si concentrano in primis nel presidio del territorio e nel dialogo con i cittadini per informarli sulle corrette azioni da adottare, sottolineando gli eventuali errori che vengono compiuti in merito a molti aspetti che riguardano i rifiuti e il decoro urbano) con la possibilità di istallare attrezzature per la videosorveglianza, utili a individuare errati conferimenti in particolari zone del territorio. Ottimi riscontri in tal senso arrivano da Castiglion Fiorentino dove, a otto mesi di distanza dall’attivazione del servizio, sono stati effettuati 32 accertamenti sanzionatori nei confronti di cittadini e imprese pizzicati a lasciare sacchetti fuori dai bidoni o colti a commettere irregolarità nella raccolta differenziata. Negli ultimi mesi sono stati una sessantina i controlli effettuati nel comune aretino, attraverso l’attività degli ispettori e coadiuvate dalle quattro foto-trappole che di volta in volta sono state posizionate in prossimità delle postazioni più critiche. E sulla strada già intrapresa dai comuni di Castiglion Fiorentino, Siena, Follonica, Arezzo, Castagneto Carducci e Civitella val di Chiana è pronta a incamminarsi anche l’amministrazione di Castel del Piano, in provincia di Grosseto. In occasione dell’ultimo consiglio comunale infatti è stato approvato il nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti e per l’igiene ambientale che prevede appunto l’attivazione del servizio di ispettori ambientali che affiancheranno la Polizia municipale nel controllo dei conferimenti dei rifiuti da parte di cittadini e imprese.