I controlli del Dipartimento ARPAT di Arezzo sulla centrale a biomasse di Levanella (AR)

[20 gennaio 2015]

Emissioni di fumi e rumore: questi i disagi segnalati al Dipartimento ARPAT di Arezzo dalla popolazione che vive nei pressi della centrale a biomasse di Levanella.

Disagi che qualcuno teme possano avere influenze sulla salute rispetto ai quali il dipartimento di Arezzo sta effettuando monitoraggi per valutare la qualità dell’aria e le misurazioni acustiche. I nostri controlli su tali matrici ambientali sono dunque ancora in corso.

In particolare è già stata trasmessa al Comune una nota del nostro Settore Regionale per la tutela della Qualità dell’Aria (CRTQA ) relativa alle attività di monitoraggio effettuate con mezzo mobile. I dati fino ad ora forniti non evidenziano particolari problematiche, ma hanno una copertura temporale limitata, in quanto raccolti nel corso campagne della stagione estiva ed autunnale e non ancora sufficienti a rappresentare in modo esauriente la qualità dell’aria ambiente. L’attività di verifica della qualità dell’aria proseguirà infatti con le campagne invernale (a partire dalla fine di gennaio) e primaverile.

Per l’inquinamento acustico sono in corso le misurazioni, sia effettuate dai nostri tecnici, sia registrate dalla strumentazione fissa, che monitorano l’impianto nei momenti di funzionamento e in quelli di fermo. I dati raccolti saranno valutati sulla base del DPCM 14/11/97 ; non appena ultimata l’indagine, l’esito sarà trasmesso agli Enti competenti.

Soltanto con la completezza dei dati sarà possibile formulare una valutazione sul contesto.