I territori geotermici al Salone del Gusto 2018

[14 settembre 2018]

Dal 20 al 24 Settembre p.v. si alzerà a Torino, nell’area del Lingotto Fiere, il sipario sulla dodicesima edizione di Terra madre Salone del Gusto. Un’edizione in cui sarà importante la presenza della Toscana, che sarà presente con una nutrita squadra per mostrare il meglio che la nostra regione ha da offrire in fatto di cibo buono, pulito e giusto. Squadra di cui fa parte anche CoSviG, tra i soci promotori e fondatori (insieme a SlowFood Toscana e la Fondazione Slow Food per la biodiversità) della CCER-Comunità del Cibo ad Energia Rinnovabile della Toscana, che raccoglie al proprio interno aziende del settore agroalimentare che usano, nei processi produttivi, energie rinnovabili e materie prime locali, e che sarà presente in forze a Torino. Una realtà unica al mondo che ben si colloca nella tematica “Food for Change”, vero e proprio fil rouge di quest’edizione della kermesse di Slow Food “Siamo consapevoli che il cibo è un driver potente per innescare processi di cambiamento e di innovazione all’interno delle comunità locali” spiega Loredana Torsello, dirigente CoSviG e responsabile dei contatti del Consorzio con Slow Food e con la CCER, per poi continuare “Attraverso il cibo abbiamo raccontato un territorio, sperimentato nuove iniziative, promosso imprenditorialità e valorizzato le produzioni locali. Con il cibo anche l’energia diventa più funzionale ad assicurare maggior benessere alle persone, accorciando le distanze fra diversi portatori di interessi. In questa occasione vorremmo valorizzare ciò che nei nostri territori accade, utilizzando gli strumenti che raccontano i nostri progetti».

Le occasioni non mancheranno. Già nella giornata di apertura le aree geotermiche toscane troveranno spazio subito dopo la conferenza stampa chiamata a presentare la comunità Terra Madre Toscana al Salone del Gusto 2018; alle 11.30 di giovedì 20 settembre verrà infatti proiettato il docufilm Energia libera tutti, prodotto a cura di CoSviG già protagonista alla XXIV edizione del Festival “L’Isola del Cinema” di Roma.

Il giorno successivo, Venerdì 21 Settembre, invece, presso la Sala Grande del Circolo dei lettori di Via Bogino 9 (a partire dalle 15.00 e fino alle 19.00) sarà la volta di un incontro organizzato da Energeo Magazine, Fondazione Santagata per l’Economia e la Cultura, Fondazione SLOW FOOD per la Biodiversità promosso in collaborazione con CoSviG, Comune di Arcidosso, l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, il MIBACT e della CNI UNESCO sul tema “Patrimoni Culturali Immateriali UNESCO e Sviluppo Locale”.

L’incontro, è l’ideale continuazione di quello svoltosi nel Giugno scorso proprio ad Arcidosso, sul Monte Amiata, e registra numerose personalità di grande caratura. È stato invitato, tra gli altri, l’ex Ministro Massimo Bray.

Nelle ore e giorni successivi le occasioni di scoperta e approfondimento si moltiplicheranno dando la possibilità a tutti gli intervenuti di scoprire qualcosa in più sul cuore geotermico della Toscana.