Il riciclo degli imballaggi in acciaio protagonista a “Cheese”

[19 settembre 2013]

Dal Consorzio RICREA oltre 3.000 salvadanai in acciaio riciclato per il progetto solidale “Mille Orti per l’Africa” e arredi speciali per illustrare
le caratteristiche che rendono questi imballaggi tra i più ecosostenibili al mondo.

Bra, 19 settembre 2013 Migliaia di salvadanai in acciaio riciclato invaderanno Bra in occasione di Cheese, la manifestazione organizzata da Slow Food in programma dal 20 al 23 settembre, per il lancio ufficiale della campagna raccolta fondi per il progetto “Mille orti in Africa”.

Grazie ai salvadanai d’acciaio ricavati dal riciclo delle scatolette, barattoli, tappi, fusti e bombolette provenienti dalla raccolta differenziata messi a disposizione da RICREA, il Consorzio nazionale per il riciclo e il recupero degli imballaggi in acciaio, Slow Food inviterà i visitatori di Cheese a donare qualche spicciolo in favore del progetto che cerca di creare in Africa modelli concreti di agricoltura sostenibile e facilmente replicabili.

Due le taglie di salvadanai messe a disposizione dal Consorzio: Mega, oltre 100 fusti da 220 litri di capacità (tipo contenitore petrolio) disposti lungo le zone più importanti dell’area espositiva come la Piazza della pizza, la Gran sala dei formaggi, l’Osteria del Boccon Divino e la Casa della Biodiversità, e Small, oltre 3.000 di taglia più piccola (tipo barattolo di caffè), posizionati presso tutti gli espositori e gli esercizi commerciali di Bra.

“La collaborazione del consorzio RICREA con Slow Food si arricchisce e diversifica ad ogni appuntamento proposto nel tempo dall’associazione – spiega Federico Fusari, direttore generale RICREA. Siamo partiti con una semplice presenza al Salone del Gusto di tre edizioni fa, nel 2008, ed abbiamo intrapreso un cammino che ci ha portati ad essere non solo partner ambientali di manifestazioni come il Salone, Slow Fish e Cheese, ma anche di diventare sostenitori della Fondazione Slow Food per la Biodiversità e membri dell’Associazione Amici dell’Università di Scienze Gastronomiche”

“La piena condivisione di RICREA del motto di Slow Food  buono, pulito e giusto’ – prosegue Fusari –, ovvero i tre aggettivi che definiscono in modo elementare le caratteristiche che deve avere il cibo, ha spinto il nostro consorzio a sostenere il progetto “Mille Orti in Africa” che qui a Cheese vede il suo lancio della raccolta fondi con la realizzazione dei salvadanai, che trovate in ogni angolo della manifestazione, nelle due taglie: mega con i fusti e small con i barattoli, due esempi di imballaggi fatti in acciaio, che quotidianamente RICREA assicura al riciclo in tutta Italia evitando che vadano persi in discarica. L’intenzione è quella di accompagnare Slow Food nella raccolta fondi per i “Mille Orti” non solo a Cheese, ma in tutte le manifestazioni di Slow Food da qui al Salone del 2014.”

A Cheese quest’anno RICREA sarà presente anche nella “Piazza della Pizza”, dove sarà possibile gustare a tutte le ore il celebre piatto famoso in tutto il mondo realizzato dai maestri pizzaioli che si alterneranno per tutto il periodo della manifestazione. Tutta l’area sarà personalizzata con arredi formati da sedie e da tavoli con piani ricavati da lamiere d’acciaio (lo stesso tipo da cui si ricavano le scatolette di tonno, i barattoli del pomodoro e di vegetali in genere), sulle quali verranno illustrate le principali caratteristiche che rendono questi imballaggi tra i più ecosostenibili al mondo. Gli imballaggi in acciaio sono infatti riciclabili al 100% e all’infinito e, inoltre, le fabbriche che li producono in Italia sono localizzate nelle due zone di maggior raccolta del pomodoro e cioè l’Emilia e la Campania, garantendo quindi una produzione a Km0.

Infine, RICREA sarà protagonista anche attraverso due trasmissioni radio, Decanter di Radio 2 Rai  e Non c’è duo senza te” di Radio Capital, in cui si alterneranno ospiti che dialogheranno con i conduttori sui temi del cibo e della sostenibilità, contenitore compreso. Argomento, quest’ultimo, in cui l’imballaggio in acciaio ha tutti i numeri per essere protagonista.