“Impianto aperto”, Bioecologia ha aperto le sue porte ai cittadini

[24 giugno 2013]

Si è tenuta, oggi, presso l’impianto di Bioecologia l’iniziativa “Impianto aperto”, la manifestazione decisa dalla società di Chiusi per far conoscere le proprie attività e i servizi forniti al territorio. Nel corso della visita, i tecnici di Bioecologia hanno illustrato il funzionamento dell’impianto, i sistemi di abbattimento delle emissioni in aria e la frequenza delle principali verifiche previste dal Piano di monitoraggio e controllo. I visitatori hanno potuto conoscere anche alcuni aspetti legati all’Autorizzazione integrata ambientale, gli investimenti già effettuati e quelli in programma nei prossimi mesi. «Per noi è stata un’opportunità di mostrare all’esterno la tecnologia utilizzata nel nostro impianto, mentre i cittadini hanno potuto conoscere in modo diretto tutte le fasi di trattamento a cui sono sottoposti i materiali conferiti nel nostro impianto – ha dichiarato Massimo Filipponi, amministratore delegato della società. La giornata di oggi è stata anche un’occasione per rispondere a domande, curiosità e richieste di chiarimenti sulle nostre attività. Ricordo che negli ultimi anni sono stati investiti 3 milioni e 500 mila di euro e altri investimenti sono previsti per le opere di allaccio alla fognatura a servizio dell’area di Chiusi Scalo». Carlo Iozzi, presidente di Bioecologia, si è soffermato infine sulla funzione all’impianto. «Per il ruolo che svolgiamo nell’ambito del ciclo dei rifiuti e dei servizi ambientali che garantiamo, il nostro impianto ha un’importanza rilevante ai fini della tutela del nostro territorio. Anche per questo ci fa piacere che i residenti ci conoscano meglio attraverso iniziative come quelle di oggi». Alla giornata hanno partecipato anche i consiglieri comunali di maggioranza e opposizione, l’assessore comunale all’Ambiente, Gianluca Sonnini, e il sindaco di Chiusi, Stefano Scaramelli. «Siamo soddisfatti che Bioecologia abbia deciso di organizzare questo Open-day – ha dichiarato il sindaco. Un bel segnale nella direzione della trasparenza da inquadrare nell’ambito di una positiva collaborazione tra l’amministrazione comunale e la società che porterà nei prossimi mesi alla realizzazione del progetto dei marciapiedi di via Mazzini e del nuovo tratto di fognatura nella zona di Chiusi Scalo».