Inceneritore Scarlino (GR): i risultati dei controlli effettuati in agosto

[28 agosto 2013]

La Società Scarlino Energia Srl è stata autorizzata dall’Amministrazione provinciale al riavvio dell’inceneritore con sede in località Casone nel Comune di Scarlino (GR), la cui attività era stata sospesa a seguito del superamento dei limiti per le emissioni delle diossine (vedi notizie).

L’effettivo riavvio dell’impianto è avvenuto nella giornata del 6 agosto. Il giorno successivo ARPAT ha effettuato i campionamenti alle emissioni in atmosfera al punto emissivo E2 per le diossine (PCDD/PCDF), gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e per i policlorobifenili (PCB).

Nei giorni scorsi sono stati comunicati alla provincia di Grosseto, al comune di Scarlino ed all’Azienda, i risultati delle analisi effettuate presso il laboratorio dell’Agenzia. Di seguito la tabella riepilogativa con i dati, confrontati con quelli relativi al controllo del 15 maggio scorso, che mostrano il rispetto dei limiti autorizzati