Intervento ARPAT sul Torrente Tuoma in Val d’Orcia

[2 aprile 2014]

02/04/2014 Nella mattinata di domenica 30 marzo 2014, operatori Tecnici del Dipartimento ARPAT di Siena, in seguito alla richiesta d’intervento da parte della Polizia Provinciale, che aveva ricevuto la segnalazione di un ciclista, che percorrendo le strade della Val d’Orcia, a cavallo fra i comuni di San Quirico d’Orcia e Pienza, notava provenire dal Torrente Tuoma forti maleodoranze e acque molto scure, si sono recati sul posto per verificare l’accaduto.

Giunti sul posto indicato dall’esponente, i tecnici ARPAT costatavano che effettivamente le acque del torrente si presentavano di una colorazione anomala molto scura ed erano maleodoranti.

Per cercare di individuare la causa dell’inquinamento, gli operatori hanno pertanto iniziato a risalire il corso del torrente fino a giungere, alcuni chilometri a monte, sul luogo dove vi s’immetteva l’affluente denominato “Fosso Fradicio”, nel quale scorrevano le acque scure che poi affluivano nel Tuoma.
Risalendo il fosso suddetto, i tecnici sono giunti su una collina coltivata a cereali dove è stata rilevata la presenza di un impianto idraulico costituito da una lancia per lo spandimento di liquidi collegata ad una tubazione; il terreno di quest’area si presentava imbrattato dello stesso liquido presente nel fosso. Seguendo ancora la tubazione, i tecnici hanno rinvenuto un avvolgitubo e una pompa predisposta per l’aspirazione dei liquidi contenuti in un laghetto artificiale.

Dai successivi accertamenti è risultato che nel laghetto erano stoccate le acque di vegetazione provenienti da un frantoio situato a poche decine di metri.
Durante gli accertamenti sono stati prelevati alcuni campioni di acque del Torrente Tuoma, per poter accertare la esatta natura degli inquinanti sversati e di cui sono in corso le analisi presso i laboratori ARPAT di Area Vasta.

Sono ancora in corso anche le attività di ARPAT per definire con certezza le responsabilità dell’accaduto e proporre i provvedimenti necessari alle Autorità Competenti.