Intervento ASA sulla fognatura di Ardenza

[29 agosto 2013]

Oggi 29 agosto 2013 si è verificato uno sversamento di fognatura in mare ad Ardenza in prossimità del Moletto. Un episodio che può accadere indipendentemente dai controlli continui che vengono eseguiti, anche perché l’uso delle fognature è nelle mani di tutti e il loro funzionamento è legato alla forza di gravità.
Ci preme in quest’occasione però segnalare come in questi casi sia necessario comunicare prontamente ai soggetti interessati la richiesta d’intervento.
Quando si tratta di problematiche inerenti le fognature, indipendentemente che siano fognature bianche, gestite dal Comune, o fognature nere, gestite da ASA, chi è in grado di intervenire in emergenza è sicuramente ASA.
Come nel caso di un incidente stradale con feriti si chiama per primo l’ambulanza e poi il resto delle altre autorità istituzionali, in questo caso l’ambulanza da chiamare subito è rappresentata dall’autoespurgo di ASA, attraverso il telefono del Pronto intervento.
Infatti normalmente i problemi di fognatura possono essere risolti in tempi molto brevi, solo pochi minuti, come in questo caso, dove non solo è stato subito eliminata la causa, ma sono stati anche aspirate le acque sversate, ripuliti gli scogli e rimosse le alghe contaminate.
In tutta la giornata però al Pronto intervento di ASA non è ancora arrivata alcuna telefonata in merito.
Solo dalla direzione di ARPAT è giunta una telefonata al cellulare di un responsabile ASA alle 11,07, dopo 20 minuti dalla prima chiamata alla Capitaneria di Porto.
Quando ASA è intervenuta erano già presenti tutte le istituzioni preposte quali Capitaneria di Porto, Vigili Urbani, ARPAT, Protezione Civile, Ufficio Ambiente del Comune, che possono testimoniare la tempestività e l’efficacia dell’intervento.
E’ assolutamente necessario che in casi del genere intervengano tutti gli Enti competenti, ma riteniamo che chi è in grado di risolvere il problema in pochi minuti debba essere avvertito subito per ridurre al minimo possibile problemi per l’ambiente, le cose o le persone.
Va pure bene essere chiamati anche in caso di dubbia necessità. Vorrà dire che, come nel caso che il ferito si sia solo sbucciato una mano, l’ambulanza torna al deposito vuota.
Ripetiamo pertanto il numero di Pronto Intervento ASA, numero verde, a costo zero per chi chiama, attivo 24 h e con registrazione audio della chiamata non modificabile a posteriori: 800 139 139.
Per le Istituzione è inoltre attiva una linea riservata dedicata alle emergenze di pronto intervento e di protezione civile.