Isola d’Elba, bilancio estate 2014 reti fognarie e depurazione

[23 ottobre 2014]

Nell’arco del 2014 sono stati moltissimi gli interventi eseguiti sulla rete fognaria e sugli impianti acque reflue dell’Isola d’Elba, migliorando così le infrastrutture a servizio dell’Isola. Gli interventi hanno interessato, in particolare, gli impianti di depurazione e le stazioni di sollevamento.

I principali lavori di ammodernamento sono stati effettuati sugli impianti di depurazione di: Lentisco (Campo nell’Elba), Filetto Bonalaccia (Campo nell’Elba), Porto Azzurro, Vaccarelle (Capoliveri), Bagnaia (Portoferraio), Chiessi (Marciana), Pareti (Capoliveri), Lacona (Capoliveri), Padre Eterno (Rio Elba), Poggio (Marciana), Costarella (Marciana). Una particolare attenzione è stata rivolta anche al potenziamento delle stazioni di sollevamento collocate su tutto il territorio. I lavori hanno comportato l’installazione di teleallarme, la sostituzione dei pali guida, dei piedi di accoppiamento e in alcuni casi il rifacimento completo delle tubazioni di spinta.

I numerosi investimenti realizzati, oltre 500 mila euro, hanno garantito così di trascorrere un’estate senza alcuna difficoltà nonostante le eccezionali perturbazioni estive che hanno messo a dura prova l’intero sistema dell’Isola.

L’importante risultato è stato raggiunto grazie anche alla nuova organizzazione “in house” che ha visto il coinvolgimento della partecipata Cornia Manutenzioni a servizio dell’Isola d’Elba, con il presidio e la supervisione dei tecnici di ASA SpA.

Nel 2014 è proseguita inoltre la collaborazione con i Comuni dell’Isola d’Elba per l’adeguamento dei regolamenti di allaccio e i conseguenti  censimenti delle infrastrutture, implementando in maniera rilevante i database aziendali. I rilievi effettuati hanno permesso, e permetteranno, una più accurata pianificazione degli investimenti e una gestione più efficace delle strutture sensibili. I risultati raggiunti nell’estate 2014 sono il frutto di un lavoro iniziato più di un anno fa, tuttora in corso e che proseguirà anche nel 2015.

L’insieme delle attività svolte e l’attuazione della pianificazione e programmazione eseguita hanno portato all’ottimizzazione della depurazione sull’Isola d’Elba, come visibile e documentabile dalla classificazione delle acque di balneazione effettuata da ARPAT, che ha evidenziato come le acque costiere dell’Isola siano risultate eccellenti durante tutta la stagione balneare.