L’evoluzione della “mission” di Sienambiente illustrata da Irpet

[5 febbraio 2014]

«Sienambiente ha ampiamente dimostrato che lo sviluppo strategico dell’impresa non passa solo attraverso investimenti diretti ma anche e soprattutto tramite una più marcata capacità organizzativa di intessere relazioni collaborative con altri soggetti imprenditoriali più o meno complessi». E’ Irpet a descrivere così gli ultimi dieci anni di storia di Sienambiente, un decennio raccontato nell’indagine “L’industrializzazione del ciclo dei rifiuti: l’esperienza di Sienambiente in un bilancio decennale 2003-2012” disponibile anche sul sito sienambiente.it.

«Negli ultimi dieci anni – scrivono i ricercatori di Irpet – è ampiamente cresciuta la rete di partnership strategiche tanto che oggi Siena Ambiente si configura come una holding proprietaria di un ampio ventaglio di partecipazioni che spaziano su tutto lo spettro della gestione, trattamento, valorizzazione dei rifiuti, della produzione di energia da fonti alternative etc… ». Nel confronto con un benchmark qualificato, composto da alcune delle maggiori imprese di gestione della Toscana del settore dei rifiuti urbani, «Siena Ambiente presenta risultati più che buoni su tutti i fronti: su quello delle emissioni, su quello strettamente tecnico e su quello economico».

«Inoltre – si legge nella ricerca di Irpet – Siena Ambiente ottiene risultati eccellenti sul piano della produzione dell’energia da valorizzazione dei rifiuti o da fonti alternative: essa partecipa alla produzione annua di quasi 166 mila MWh corrispondenti al fabbisogno medio annuo di oltre la metà degli abitanti coperti dal servizio di gestione rifiuti».