L’ILLUMINAZIONE ARTISTICA DI ENEL SOLE PER IL ROBERT F. KENNEDY CENTER, INNOVAZIONE E RISPARMIO ENERGETICO

[21 novembre 2014]

In occasione dell’evento “La democrazia e i diritti umani sono in declino? Un appello ad agire” del Club de Madrid e del Robert F. Kennedy Center, che aprirà i battenti il 23 novembre alla Robert F. Kennedy International House di Firenze, con interventi  tra gli altri dell’Alto rappresentante dell’Unione Europea per la Politica Estera e la Sicurezza Federica Mogherini e di Romano Prodi, verrà acceso il nuovo impianto di illuminazione artistica della sede fiorentina del Robert F. Kennedy Center Europe, che fin dalla sua realizzazione è stata concepita con un’attenzione particolare per l’ambiente, la bioedilizia e il risparmio energetico. Il progetto di illuminazione è stato realizzato da Enel Sole, la Società del Gruppo Enel che opera nel settore dell’illuminazione pubblica e artistica, e ha valorizzato i diversi ambienti al piano terra della struttura attraverso l’utilizzo delle tecnologie più innovative ed efficienti nel campo del LED.

Gli ambiti di intervento sono stati l’ingresso, la Sala delle Colonne Ottagonali e la Sala degli Archi, il cortile esterno e il portone per un’installazione complessiva di 58 apparecchi e una potenza di soli 2 kW. In virtù dell’ambiente da illuminare e della sua funzione, sono state adottate tipologie diverse di illuminazione. Nell’ingresso sono state posizionate barre a LED di ultima generazione con infinite possibilità di miscelazione dei colori e di impostazione delle scenografie luminose attraverso un sistema di domotica con l’obiettivo di valorizzare al massimo l’ambiente di accoglienza e di dare un messaggio che rimandi al profondo significato dell’attività del Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights. L’ingresso è quindi il luogo di maggiore impatto scenico grazie anche alla sinergia tra l’impianto di illuminazione e l’allestimento di pannelli fotografici che creano una quinta nella quale si alternano colori ed effetti dinamici. L’uso del colore, unito a un sistema di gestione di ultima tecnologia, permette di creare ambienti personalizzati in cui è possibile proporre atmosfere ed impatti emozionali differenti in base al tipo di evento, ai visitatori e al messaggio che si vuole dare.

Il portone di ingresso è caratterizzato da una linea di luce blu che dall’esterno attira l’attenzione del visitatore per condurlo attraverso un “filo conduttore di luce” in un luogo di grande livello culturale in cui è costante l’impegno per i diritti umani, per la giustizia e per l’accoglienza. Gli ambiti infatti sono stati trattati a livello progettuale valutando le funzioni dei diversi spazi. Le sorgenti di illuminazione prescelte rispondono ad elevati standard di qualità con riferimento ai requisiti estetici, fotometrici, elettrici e termici volti al risparmio energetico con conseguenti benefici per l’ambiente in termini di comfort visivo.

 

Nel segno della sostenibilità ambientale, il nuovo impianto d’illuminazione ad alta efficienza energetica  si aggiunge  alla infrastruttura di ricarica per i veicoli  elettrici, anch’essa con uno spot che ne garantisce la visibilità notturna, installata da Enel Distribuzione lo scorso maggio davanti al portone di ingresso, in via Ghibellina, della Robert F. Kennedy International House, fortemente impegnata anche sul tema dei diritti ambientali.