Mairaghi: “Felice per il riconoscimento dato al comune di Pienza. Aumentiamo la differenziata con l’ausilio dei cassonetti intelligenti”

[4 luglio 2018]

“Siamo molto contenti dell’importante premio dato al Comune di Pienza (premiato nell’ambito dei Comuni Ricicloni come una delle migliori amministrazioni locali con le migliori performance di raccolta differenziata e di gestione dei rifiuti, ndr) che rappresenta per noi una conferma della qualità del servizio svolto quotidianamente sul territorio – dice Marco Mairaghi, amministratore delegato di Sei Toscana –. Riconoscimenti come questo devono essere un punto di partenza e non di arrivo. E’ da qui infatti che il gestore deve ripartire, lavorando insieme alle amministrazioni comunali per migliorare i servizi e per rendere sempre più funzionale la gestione dei rifiuti nell’intero bacino di ambito. Proprio per centrare questo obiettivo, Sei Toscana sta attivando nuovi sistemi innovati di raccolta che prevedono l’utilizzo di attrezzature tecnologiche informatizzate, i così detti cassonetti intelligenti. Questa tipologia di servizio è già stata sperimentata in alcuni comuni, come Monteriggioni e Grosseto, e ha dato da subito risultati molto positivi. Penso proprio al capoluogo maremmano dove, nelle zone in cui è stata attivata, si sono registrate percentuali di raccolta differenziata che superano il 70%. Proprio per questo credo che la società debba implementare e potenziare questa tipologia di servizio, che permette di raggiungere percentuali di raccolta differenziata molto alte ma anche di contenere i costi rispetto al porta a porta. I cassonetti intelligenti inoltre danno la possibilità al cittadino di conferire i rifiuti con maggiore facilità e consentiranno di introdurre progressivamente una tariffazione puntuale legata all’effettiva produzione dei rifiuti e al reale impegno dei cittadini nella differenziazione dei materiali. Nei prossimi giorni proseguiremo il nostro calendario di incontri con le amministrazioni comunali, presentando questa nuova tipologia di raccolta in modo da concordare assieme le future nuove attivazioni sul territorio”.