Maleodoranze ad Usella (Cantagallo – Prato)

[23 dicembre 2014]

In relazione alle notizie apparse sulla stampa locale di Prato nei giorni scorsi, in merito alle lamentele dei cittadini dell’abitato di Usella (Cantagallo – Prato) si forniscono le seguenti informazioni.

In data 19 giugno2014 personale del Dipartimento ARPAT di Prato ha eseguito un sopralluogo congiuntamente al Corpo Unico Val di Bisenzio della Polizia Municipale presso la Ditta W Kappa Plastik con sede nella frazione Usella a Cantagallo (PO).

La Ditta effettua una gestione di rifiuti plastici (autorizzata nel marzo 2013).
L’attività svolta consistente nella macinazione di rifiuti vari di plastiche; la loro estrusione dopo un “rammollimento” ad una temperatura di circa 250°C; una trafilatura, che consente la produzione di una sorta di “spaghetti” i quali una volta raffreddati vengono tagliati in grani e quindi trasferiti in big bag per la spedizione ai clienti.

La Ditta risulta autorizzata sia allo scarico (durante le lavorazioni sono previsti dei lavaggi), sia alle emissioni in atmosfera con alcune prescrizioni, parte delle quali gestionali.(la ditta è in possesso di un sistema di abbattimento delle emissioni)

Al momento dell’ispezione la ditta non risultava del tutto in linea con le prescrizioni dell’autorizzazione anche se, in tale occasione, per quanto riguardava l’aspetto delle “maleodoranze”, queste ultime non risultavano percepibili.

La nuova segnalazione dei giorni scorsi di percezione di “cattivi odori” a firma di numerosi cittadini della frazione di Usella, potrebbe in effetti essere causata da saltuarie gestioni non corrette in una delle fasi delle lavorazioni.

A tale proposito gli Uffici della Provincia di Prato ed il  dipartimento ARPAT di Prato si sono attivati immediatamente, ed è in corso l’emanazione di un provvedimento con prescrizioni sulla autorizzazione alle emissione nelle quali è anche prevista una gestione ottimale di un punto del processo delle lavorazioni, possibile causa della produzione di fumo e di cattivi odori.