Marina di Pisa e i fanghi maleodoranti sulla spiaggia

[21 maggio 2014]

Personale tecnico del dipartimento ARPAT di Pisa ha effettuato un sopralluogo in data 20/05/2014 congiuntamente a personale della locale Polizia Municipale del Comune di Pisa – distaccamento di Marina di Pisa, su sollecitazione di cittadini residenti principalmente in Via Tullio Crosio, che lamentavano maleodoranze provenienti dalle operazioni di rimodellamento dell’arenile a Marina di Pisa.

Nel corso del sopralluogo è stato rilevato che in Via Tullio Crosio, antistante l’albergo ex San Rossore, erano in corso le operazioni di escavazione dell’arenile e rimodellamento dello stesso arenile; le operazioni consistevano nella movimentazione di sabbia con mezzi meccanici senza trasporto con automezzi. Per tale attività, che rientra nella manutenzione ordinaria effettuata di norma all’inizio della stagione balneare, la Concessionaria dell’area demaniale marittima in questione aveva chiesto ed ottenuto il nulla osta dalla Provincia di Pisa ai sensi della LR 91/1998.

Al momento dell’ispezione i tecnici non avvertivano particolari maleodoranze, procedevano ad effettuare vari campionamenti, di sabbia movimentata e di acqua di mare per le verifiche di competenza ai fini della tutela della balneazione. I risultati delle analisi, al momento in corso, saranno resi noti con un successivo comunicato.