Modulistica e Frequently asked questions (FAQ) di ARPAT sulle terre e rocce da scavo

[27 settembre 2013]

Le nuove disposizioni contenute nell’art 41 bis del “decreto del fare” convertito nella legge 98 del 2013 sono entrate in vigore il 21 agosto u.s. ed indicano come gestire i materiali da scavo provenienti dai cantieri fatta eccezione per quelli sottoposti a procedimenti di VIA (valutazione impato ambientale) e AIA (autorizzazione integrata ambientale).

Tra i principali adempimenti vi è quello di inviare una dichiarazione ad  ARPAT contenente alcune informazioni fondamentali sulle terre e rocce da scavo che si intendono riutilizzare. Per questo ARPAT ha predisposto, la modulistica da utilizzare per la gestione delle terre e rocce da scavo e una serie di FAQ per comprendere meglio le nuove disposizioni normative.

Il modulo fac simile, con le relative FAQ, vuole rappresentare un contributo finalizzato ad informare sulle dichiarazioni relative ai materiali da scavo. L’utilizzo di uno specifico modulo non è un obbligo per i proponenti, ma l’adozione di modalità uniformi rappresenta un riferimento utile per le imprese e consente ad ARPAT una più efficace gestione dei contenuti delle dichiarazioni.

201-13 – Terre e rocce da scavo: le principali novità, la modulistica e le FAQ di ARPAT