In mostra a Cortona gli EROI di Sei Toscana, difensori del territorio e paladini dell’ambiente

[15 luglio 2016]

Si intitola “Eroi” la mostra di ritratti degli operatori di Sei Toscana che verrà inaugurata giovedì 14 luglio assieme al festival internazionale di fotografia Cortona On The Move, che si terrà appunto a Cortona dal 14 luglio al 2 ottobre 2016.  Il progetto di Sei Toscana sarà presentato venerdì 15 luglio alle 10 a palazzo Ferretti a Cortona in un apposito talk. Nella Toscana del sud, in quella parte preziosa di territorio che comprende le provincie di Siena, Arezzo e Grosseto, avviene ogni giorno un viaggio sorprendente. Coinvolge tutti i cittadini, tutte le famiglie, tutte le case delle nostre città e dei nostri paesi. Un viaggio alla base del quale vi è il lavoro imprescindibile degli “uomini invisibili” che raccolgono i sacchi, svuotano bidoni e cassonetti, spazzano strade e ripuliscono i mercati. Sei Toscana, il gestore del ciclo integrato dei rifiuti nell’Ato Toscana sud, ha rappresentato la vita dei suoi protagonisti e del territorio in cui operano attraverso un lavoro del fotografo Niccolò Rastrelli che ha seguito e immortalato gli uomini e le donne che ogni giorno con orgoglio e professionalità svolgono il proprio ruolo. Con approccio giocoso e originale ha raccontato questi eroi, paladini dell’ambiente e difensori del territorio, eroi moderni che con il loro impegno quotidiano ci permettono di vivere in un ambiente pulito così da far risaltare al meglio le sue peculiarità e renderlo degno della bellezza che lo caratterizza. “L’entusiasmo e la convinzione con i quali Sei Toscana ha aderito al progetto   nascono dalla volontà di raccontare una storia. – Afferma il presidente di Sei Toscana Roberto Paolini -. Una storia semplice, fatta di uomini e di donne, di luoghi unici e meravigliosi, di cura, di appartenenza e di attenzione. Una storia che ogni giorno si ripete, in maniera operosa e silenziosa, la storia di chi con il proprio lavoro quotidiano garantisce la vivibilità e la pulizia delle nostre città e allo stesso tempo contribuisce a dare vita al ciclo integrato della gestione dei rifiuti.”