“Olly” i primi risultati del progetto per la gestione degli oli esausti

[30 ottobre 2013]

Sono 6.569 i chilogrammi di olio vegetale esausto raccolti e inviati a recupero nell’ambito di “Olly”, il progetto di smaltimento e recupero degli oli vegetali domestici per la produzione di energia che ha coinvolto Provincia, comune di Siena, comune di Sovicille, Sienambiente, Nova.e, Estra e Legambiente. L’iniziativa, che va a implementare la raccolta differenziata di oli esausti già effettuata nei centri di raccolta presenti in diversi comuni della provincia di Siena, rientra tra gli interventi finalizzati a una corretta gestione dei rifiuti.

Secondo il Rapporto rifiuti 2012 della provincia di Siena, per l’obiettivo della prevenzione e riduzione della produzione dei rifiuti sono stati efficaci anche gli altri 56 progetti realizzati in ambito provinciale. Parliamo di oltre 389 tonnellate di compost prodotto mediante l’attivazione del compostaggio domestico; di oltre 202 tonnellate di bottiglie in plastica evitate con l’installazione di erogatori interni o fontanelli esterni; di 700 kg di materiale recuperato nei centri di eco scambio e di 52 tonnellate di rifiuti evitati o recuperati mediante i progetti di gestione sostenibile. Progetti che, dalla data di attivazione al 31 dicembre 2012, hanno contribuito alla mancata emissione in atmosfera di 963,63 tonnellate di Co2 equivalenti, nell’ottica di un contributo al raggiungimento dell’obiettivo “Siena Carbon Free 2015”.

Positivi anche i dati sulla differenziata. «Le prestazioni dal punto di vista ambientale – prosegue Berni – sono particolarmente positive sul fronte della raccolta differenziata, che in ambito provinciale continua ad attestarsi introno al 45%. L’obiettivo ambizioso è di arrivare al 70% di efficienza, come previsto al primo schema di Piano regionale, nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria».