Prosegue il lavoro di Sei Toscana dopo la nomina dei commissari

[24 marzo 2017]

Dopo aver ricevuto la notifica del dispositivo per l’adozione delle misure di cui all’art. 32 D.l.n.90 del 24/06/2014 a firma del prefetto di Siena, Sei Toscana conferma la completa collaborazione da parte dell’intera struttura e dei propri organi, assicurando la massima trasparenza possibile. La società è in grado di garantire la continuità e la qualità dei servizi svolti sul territorio, potendo contare sulla propria struttura operativa e la competenza e professionalità di tutti i suoi dipendenti. “Nella giornata di lunedì ho avuto un primo incontro con i tre commissari ai quali ho confermato la nostra massima e piena collaborazione – afferma il presidente di Sei Toscana, Roberto Paolini –. Il personale, amministrativo ed operativo, della società proseguirà come sempre il proprio lavoro al meglio per garantire al cittadino il miglior servizio possibile”. I tre commissari nominati dal prefetto di Siena, Armando Gradone, sono  il chimico avellinese esperto in materia rifiuti, Maurizio Galasso; Paolo Longoni, commercialista originario di Parma e Salvatore Santucci, commercialista e consulente aziendale di Perugia. I tre commissari, che resteranno in carica per i prossimi tre mesi (eventualmente prorogabili) procederanno parallelamente alla ordinaria amministrazione della società per verificare il rispetto degli accordi del contratto di servizio per la gestione integrata dei rifiuti affidato a Sei Toscana dall’Ato Toscana Sud.