Raccolta dell’olio domestico in provincia di Siena. A Castelnuovo Berardenga un nuovo punto di raccolta

[15 gennaio 2016]

Nuovo punto di raccolta dell’olio alimentare esausto in provincia di Siena. L’apertura del nuovo punto di raccolta, che si trova a Castelnuovo Berardenga presso il negozio Coop Amiatina, in via Caduti della Resistenza, si inserisce nel progetto di area vasta che l’Ato Toscana Sud insieme al gestore dei rifiuti Sei Toscana ha intenzione di estendere a tutti i comuni delle province di Arezzo, Grosseto e Siena. Da domani 16 gennaio anche a Castelnuovo Berardenga, si potrà conferire in modo corretto il proprio olio domestico servendosi del box di raccolta di Olly® dove sarà possibile prelevare l’apposito bidoncino giallo adibito alla raccolta. Quando il bidoncino sarà pieno, l’utente potrà riportarlo al box di raccolta per poi ritirarne uno pulito. Eco.Energia, l’azienda cui Sei Toscana ha affidato il servizio per la provincia di Siena, si occuperà del ritiro e del lavaggio dei bidoncini, raccogliendo al contempo l’olio conferito ed evitando così gli effetti dannosi che uno smaltimento sbagliato dell’olio comporta. Raccogliere correttamente l’olio di cucina infatti consente di evitare negativi impatti ambientali: basta un litro d’olio vegetale esausto per rendere non potabile un milione di litri d’acqua: una quantità che potrebbe dissetare circa 140 persone per 10 anni.

Domani, sabato 16 gennaio, a partire dalle ore 10 in collaborazione con la Sezione Soci si terrà un’iniziativa di presentazione del nuovo servizio e sarà anche l’occasione per dotarsi della tessera Olly®, tramite la quale ritirare il bidoncino giallo per il conferimento dell’olio domestico. Successivamente, per ritirare la tessera, sarà possibile rivolgersi direttamente al Punto Soci della Soc. Coop Unione Amiatina di Castelnuovo, che ha offerto il suo prezioso apporto all’iniziativa, oppure chiamando Eco.Energia al numero verde 800 589 786.

“L’iniziativa si inserisce in un percorso di attenzione all’ambiente che ha caratterizzato finora l’azione della nostra Amministrazione e di Sei Toscana, incidendo anche su tipologie di rifiuto minori per quantità soggettiva ma che rappresentano un quantitativo complessivo elevato, come l’incentivazione del compostaggio domestico – spiega Alessandro Maggi, vicesindaco di Castelnuovo Berardenga –. Con questo particolare servizio di raccolta potremo perseguire il duplice obbiettivo di ridurre la dispersione nell’ambiente di un elemento inquinante, se non trattato adeguatamente, e di inviarne una quantità maggiore possibile al recupero, anche e soprattutto grazie all’indispensabile collaborazione della cittadinanza, che nel nostro territorio ha sempre dimostrato sensibilità alle tematiche ambientali, fin dai tempi delle prime campagne risalenti alla metà degli anni ’80”.

“Sei Toscana ha affidato la raccolta dell’olio esausto ad aziende specializzate – dice Simone Viti, presidente di Sei Toscana – per garantire ai cittadini un servizio efficiente e con l’obiettivo di trasformare in risorsa qualcosa che, ancora oggi viene considerato prevalentemente un rifiuto”. “Raccogliere correttamente l’olio esausto, ci consente di trasformare questo particolare rifiuto in risorsa – commenta Furio Fabbri, presidente di Eco. Energia, l’azienda che ha sviluppato il sistema Olly®. L’olio vegetale esausto viene infatti recuperato per la produzione di biodiesel e per altre attività industriali con benefici per l’ambiente”.

Oltre a Castelnuovo Berardenga, in provincia di Siena sono attivi punti di raccolta dell’olio alimentare esausto anche nei comuni di Monteriggioni, Siena, Sovicille. Sei Toscana ricorda che è possibile conferire l’olio alimentare esausto anche presso i centri di raccolta\stazioni ecologiche presenti sul territorio. Per maggiori informazioni: www.seitoscana.it o numero verde 800 127 484.