Revet Recycling premia i comuni toscani ad economia circolare

[21 giugno 2016]

Passare da un’economia lineare ad un’economia circolare. E’ questo l’obiettivo che grida a gran voce l’Unione Europea, povera di materia prime ma ricchissima di quei giacimenti urbani che sono i rifiuti che quotidianamente produciamo e che se ben raccolti e ben riciclati, possono finalmente essere ricollocati sul mercato evitando  il prelievo di materie prime. Per questo motivo Revet, che ogni anno raccoglie, seleziona e prepara per il riciclo le raccolte differenziate dei cittadini toscani (160mila tonnellate fra imballaggi di vetro, plastica, alluminio, acciaio e poliaccoppiati come il tetrapak), e Revet Recycling hanno deciso di premiare i 3 comuni più virtuosi del 2015 nell’acquisto di prodotti realizzati in materiali riciclati.

Si tratta dei Comuni di Castelfranco di Sotto (Pisa, gestore Geofor), di Firenze (gestore Quadrifoglio) e di Scarlino (Grosseto, gestore SeiToscana), che nel corso del 2015 hanno acquistato prodotti realizzati riciclando quelle plastiche miste che altrove sono destinate a recupero energetico e che invece la Toscana, attraverso l’impianto di Revet Recycling, riesce a trasformare in granuli pronti per essere stampati e tornare sul mercato sotto forma di nuovi oggetti plastici, anche di alta gamma.