Con RI-Creazione proseguono le visite agli impianti e alle strutture a servizio della raccolta nella Toscana del sud

[20 aprile 2017]

Nelle scuole primarie e secondarie dei comuni della Toscana del sud proseguono a pieno ritmo le attività di “RI-Creazione. Da oggetto a rifiuto …e ritorno. La via delle 4 R”, il progetto di educazione ambientale promosso da Sei Toscana. Anche in questa seconda edizione (che vede la partecipazione di circa 7000 ragazzi delle scuole primarie e secondarie dei 105 comuni della Toscana del sud) i percorsi educativi per approfondire l’argomento dei rifiuti e del ciclo dei materiali prevedono la visita agli impianti e alle strutture a servizio della raccolta presenti sul territorio. Un’occasione importante per gli studenti che possono vedere da vicino il percorso dei propri rifiuti e in che modo vengono preparati per l’avvio a recupero e riciclo. Questa mattina i ragazzi della classe II della scuola secondaria “Guardi” di Piombino hanno fatto visita al centro di raccolta del comune in località Fiorentina e hanno potuto vedere da vicino una delle importante attività che Sei Toscana svolge quotidianamente sul territorio, rivolgendo le proprie domande ai tecnici del Gestore che hanno fatto loro da guida all’interno della struttura. Sempre questa mattina, i ragazzi della secondaria di Murlo sono andati alle Cortine, l’impianto di selezione, compostaggio e valorizzazione delle raccolte differenziate gestito da Sienambiente, mentre gli studenti della secondaria di Porto Santo Stefano (comune di Monte Argentario) hanno potuto vedere il funzionamento dell’impianto di compostaggio e selezione delle Strillaie, in provincia di Grosseto, gestito da Futura. Ieri invece, “RI-Creazione” ha fatto tappa a San Casciano dei Bagni, in provincia di Siena, con gli alunni della III elementare che hanno visitato il centro di raccolta di Fossalto, la struttura gestita da Sei Toscana. Le visite, che proseguiranno anche nelle prossime settimane, sono organizzate su richiesta delle stesse scuole e sono possibili anche grazie alla disponibilità degli impianti che operano sul territorio: Sienambiente, Aisa Impianti, CRCM, CSAI, Civitella 2000, Futura, Ecolat e TB.

Per maggiori informazioni su “RI-Creazione” clicca qui