I rifiuti non vanno in vacanza. Estate di lavoro per Sei Toscana

[18 agosto 2017]

Agosto, si sa, è il mese delle vacanze per eccellenza. Mare, montagna, lago, città d’arte: gli italiani sono pronti a godersi le proprie, meritate, ferie. I rifiuti, però, non vanno mai in vacanza. Anzi, i mesi estivi (così come il periodo natalizio) sono momenti di intenso lavoro per Sei Toscana. Ogni giorno il gestore unico dei rifiuti dell’Ato Toscana Sud garantisce un servizio efficiente e di qualità ai cittadini e ai turisti che animano il territorio. Oltre alle attività di raccolta e spazzamento svolte nei 105 comuni del bacino di riferimento, Sei Toscana garantisce anche l’apertura degli oltre 90 centri di raccolta e stazioni ecologiche attive nel territorio. Strutture molto importanti queste nella gestione dei rifiuti, in particolar modo per quanto concerne quelli ingombranti e voluminosi (come vecchia mobilia, materassi, elettrodomestici, ecc) e quelli “particolari” come l’olio alimentare esausto (quello utilizzato in cucina per la preparazione del cibo), i farmaci scaduti, le pile e batterie, i pneumatici fuori uso e gli inerti provenienti da ristrutturazioni e lavori di edilizia fatti in proprio. Ad oggi sono 92 le stazioni ecologiche e i centri di raccolta operativi nella Toscana del Sud, nelle province di Arezzo, Grosseto, Siena e nei sei Comuni livornesi della Val di Cornia dove i cittadini possono portare gratuitamente i propri rifiuti contribuendo così a una loro gestione virtuosa. Per disfarsi dei propri rifiuti ingombranti è possibile anche avvalersi del servizio di ritiro a domicilio chiamando il numero verde di Sei Toscana o inviando una mail di richiesta a ingombranti@seitoscana.it. Per informazioni sui centri di raccolta e le stazioni ecologiche attive nei comuni della Toscana del sud: www.seitoscana.it.