Rifiuti, primo incontro con i rappresentanti di Ato Toscana Sud

[18 luglio 2013]

Dopo il via libera concesso dalla Regione Toscana lo scorso giugno per il passaggio della gestione dei rifiuti dall’Ato Toscana Costa Livorno all’Ato Toscana Sud Siena Arezzo e Grosseto, oggi si è svolto il primo incontro ufficiale tra i Comuni gestiti da Asiu e i rappresentanti dell’Ambito Toscana Sud. L’incontro è avvenuto a Piombino, nella sala consiliare del palazzo comunale.

Vi hanno partecipato i sindaci di Piombino, Campiglia, San Vincenzo, Castagneto Carducci, Suvereto e Sassetta,  i quali hanno concordato con Nazareno Betti e Andrea Corti, rispettivamente  Presidente e Direttore del nuovo Ente di Ambito, l’agenda dei passaggi istituzionali da affrontare nelle prossime settimane per completare il processo di trasferimento ed assumere le decisioni più importanti relativamente alla nuova organizzazione del servizio.

Nella discussione,  il sindaco di Piombino e  l’amministratore di ASIU hanno ricordato i motivi che nel 2011 hanno portato alla richiesta di trasferimento nel nuovo ambito, motivi in buona sostanza riconducibili al maggior peso specifico che il comprensorio può esprimere rispetto al precedente ambito in termini di apporto di servizi ed alla conseguente possibilità di applicare tariffe più contenute ai cittadini a fronte di standard di servizio di pari o superiore livello.

Tra le motivazioni addotte  per la scelta compiuta dai Comuni è stata ricordata la maggiore integrazione raggiungibile tra i rispettivi  territori con un evidente riferimento alla discussione tuttora in corso, relativa all’individuazione di un comprensorio omogeneo denominato “Alta Maremma”.

I rappresentanti di ATO Sud hanno espresso la soddisfazione per il raggiungimento di questo importante obiettivo istituzionale, confermando come le finalità siano effettivamente raggiungibili e sottolineando l’altrettanto significativo risultato industriale rappresentato dal rafforzamento che le attività di ASIU porteranno al Gestore Unitario di Ambito, la Società Sei Toscana Spa  che lo scorso anno si è aggiudicata la gara internazionale di affidamento del servizio.