“Rifiuti: una storia continua”, la nuova campagna social su raccolta e riciclo dei rifiuti di Toscana Ricicla

[29 novembre 2018]

“Rifiuti: una storia continua” è la terza campagna di comunicazione realizzata dal gruppo di lavoro Toscana Ricicla in collaborazione con i Consorzi nazionali di filiera, Cial (alluminio), Comieco (carta e cartone), Corepla (plastiche), Coreve (vetro) e Ricrea (acciaio). La squadra toscana, che vede Sei Toscana in prima fila, assieme alle altre aziende che si occupano di igiene ambientale (Revet, Aer, Alia, Ascit, Ersu, Geofor, Rea Spa, Sienambiente) e Confservizi Cispel Toscana (l’associazione regionale delle imprese di servizio pubblico che operano nel territorio), ha sviluppato un nuovo progetto di sensibilizzazione ad una corretta raccolta differenziata dei rifiuti con l’obiettivo di coinvolgere target diversi con nuove forme di comunicazione. Il progetto, ideato e realizzato dallo Studio A&C Comunicazione di Firenze, prevede quattro serial, composti da 8 puntate ciascuno della durata di circa 2 minuti, che ‘scimmiottano’ le fiction tv più note – dedicate a “crimine” e “situation comedy” – in modo che la parodia, la riconoscibilità dei contesti e il taglio ironico abbiano l’appeal necessario per coinvolgere il pubblico, favorire la visualizzazione e la “viralizzazione”. La diffusione avverrà principalmente sui social network, in linea con quello che è il trend contemporaneo, che privilegia l’engagement attraverso la creazione di elementi animati, come i video, i cui contenuti – divertenti, interessanti, curiosi – hanno l’obiettivo di mantenere alta l’attenzione. La veicolazione è prevista anche nei circuiti tradizionali, come tv e sale cinematografiche. Ogni serial racconta comportamenti corretti in materia di raccolta differenziata, con personaggi e altri elementi ricorrenti, con più episodi autoconclusivi. Ogni microstoria, nel finale, prevede un pannello raccontato da voce fuori campo in cui sono riportate sinteticamente le istruzioni/conclusioni della puntata rispetto alla gestione dei rifiuti. A partire da domani sarà on line la prima serie, “C.S.I. Toscana” cui seguiranno “Trash & The City”, “Cassonetti da incubo” e “Trono di spazzatura”. “Sono fermamente convinto che le sfide del presente e del futuro prossimo in materia di gestione dei rifiuti e di incremento della raccolta differenziata e del riciclo siano prima di tutto di natura culturale. E’ per questo motivo che Sei Toscana crede molto nell’educazione ambientale e in tutte quelle attività di sensibilizzazione al cittadino – dice Leonardo Masi, presidente di Sei Toscana –. Gli obiettivi che ci vengono assegnati in termini di raccolta differenziata, non sono soltanto dei numeri percentuali auspicati dall’Unione Europea, ma rappresentano importanti indicatori della qualità del nostro rapporto con l’ambiente circostante e la nostra generazione deve farsene carico, tanto più in un territorio di straordinaria bellezza come la Toscana. Sei Toscana investe molto in progetti di questo tipo: promuovendo direttamente progetti propri, come RI-Creazione, che in questo quarto anno di attività vede il coinvolgimento di quasi 9000 studenti dei comuni della Toscana meridionale; ma anche partecipando e condividendo progetti “allargati” alle altre realtà di igiene urbana che operano in Toscana. Questa terza campagna di comunicazione realizzata dal gruppo di lavoro Toscana Ricicla, anche per l’originalità e freschezza dei contenuti, va nella direzione giusta e può sicuramente contribuire a far crescere ulteriormente una coscienza ambientale fra i cittadini, capace di apportare benefici all’intero sistema di gestione dei rifiuti. E’ indispensabile infatti che ciascun cittadino si impegni quotidianamente a fare una corretta raccolta differenziata e che le aziende, come Sei Toscana, forniscano tutti gli strumenti più idonei a farla con facilità ed efficacia”.