Rinnovabili: in Italia nel 2016 investiti 7,2 miliardi, ma più della metà all’estero

[12 aprile 2017]

La buona notizia è che nel 2016 gli investimenti italiani nelle rinnovabili sono stati 7,2 miliardi di euro per 6,8 GW, in crescita dell’11% sul 2015. La cattiva, che parte di essi è destinata all’estero. E’ quanto emerge dall’Irex Annual Report, l’indagine presentata ieri a Roma e realizzata dagli analisti di Althesys.

Dal rapporto di quest’anno emerge che “se non verranno prese nuove misure a favore delle rinnovabili, l’Italia rischia non solo di mancare gli obiettivi europei al 2030, ma addirittura di non riuscire a fronteggiare il fabbisogno di energia elettrica e di dover fare maggior ricorso all’import.

Un paradosso che rischia di annullare il primato di credibilità conquistato negli ultimi anni dall’Italia nelle energie verdi e nell’efficienza energetica”. Per Alessandro Marangoni, Ceo di Althesys, l’industria elettrica “è in una fase di profonda trasformazione, sia nella sua struttura produttiva che nella fisionomia complessiva del sistema, nel quadro regolatorio e nel funzionamento dei mercati”. E le rinnovabili sono “il motore di questo cambiamento”.