A Roccastrada ecco le compostiere domestiche per continuare una corretta gestione dei rifiuti

[15 aprile 2016]

Continua l’impegno del Comune di Roccastrada e di Sei Toscana per coinvolgere direttamente i cittadini nella riduzione dei rifiuti e in una gestione più attenta all’ambiente. In attesa dell’avvio della raccolta porta a porta – prevista nei prossimi mesi, in collaborazione con il gestore unico e ATO Toscana Sud, a Roccastrada, Sticciano e Ribolla, per poi estendersi alle altre frazioni – saranno assegnate 70 compostiere domestiche in comodato d’uso gratuito ad altrettante famiglie roccastradine che ne hanno fatto richiesta nei mesi scorsi all’Ufficio Ambiente e che beneficeranno di una conseguente riduzione della Tari. La consegna, prevista nelle prossime settimane al Stazione ecologica di Roccastrada, in località Il Bargio, è stata preceduta da due incontri dedicati al corretto utilizzo della compostiera che si sono svolti martedì nella Sala consiliare del Comune, e oggi al Centro civico della frazione di Ribolla. Ai due appuntamenti, che hanno visto la partecipazione di tanti cittadini, sono stati presenti il sindaco, Francesco Limatola, e l’assessore all’ambiente di Roccastrada, Emiliano Rabazzi, insieme a un rappresentante di Legambiente Toscana e uno di Sei Toscana che hanno illustrato il funzionamento della compostiera e la gestione del rifiuto organico nel territorio della Toscana del sud. Ad ogni partecipante è stata consegnata anche una brochure con tutte le informazioni utili per gestire in modo virtuoso la frazione organica dei propri rifiuti. “Le compostiere domestiche con conseguente riduzione della Tari – afferma il sindaco di Roccastrada,Francesco Limatola – vanno a integrare altre azioni che stiamo portando avanti su più fronti, insieme a Sei Toscana, per stimolare una crescente cultura ambientale, favorire la corretta gestione dei rifiuti e tutelare l’ambiente e il decoro dei nostri centri urbani, dal capoluogo alle frazioni. Per raggiungere questi obiettivi, vogliamo coinvolgere in maniera sempre più diretta i cittadini attraverso tre principi per noi cardine: riciclo, riutilizzo e riduzione dei rifiuti, alla base anche della raccolta porta a porta in partenza questa estate”. “Le politiche ambientali – aggiunge l’assessore alle politiche ambientali di Roccastrada, Emiliano Rabazzi – sono prioritarie per la nostra amministrazione comunale, che sta investendo risorse ed energie per sensibilizzare i cittadini a una maggiore tutela del territorio, patrimonio di ogni cittadino e risorsa da valorizzare e promuovere a beneficio di tutti. Attraverso il riciclo, il riutilizzo e la riduzione dei rifiuti, infatti, possiamo aumentare la percentuale di raccolta differenziata del nostro Comune, nel rispetto della normativa regionale, ma anche migliorare il decoro urbano del nostro territorio, fondamentale non solo per i cittadini ma anche come biglietto da visita per i nostri ospiti”. La compostiera domestica. Nella compostiera domestica potranno essere messi tutti i rifiuti organici biodegradabili, sia quelli umidi, come scarti di frutta e verdura, fondi di caffè, filtri di tè, gusci d’uova, sfalci d’erba, avanzi dei pasti, che quelli secchi, quali foglie secche, segatura, paglia, rametti e piccole ossa. Grazie al processo di compostaggio e fermentazione, i materiali si decompongono e formano il compost, fertilizzante naturale che può arricchire e rivitalizzare orti e giardini. In provincia di Grosseto la gestione del rifiuto organico è attiva nell’impianto delle Strillaie, gestito da Futura, dove si produce compost di qualità dalla frazione organica raccolta da Sei Toscana nei Comuni della provincia.