A San Gusmè torna protagonista l’ecologia. Alla Festa del Luca Sei Toscana partecipa al convegno sull’economia circolare

[1 settembre 2016]

Ritorna a San Gusmè (comune di Castelnuovo Berardenga, in provincia di Siena) la “Festa del Luca Cava”, l’ironico personaggio cui il paese ogni settembre dedica la sua rassegna ricca di eventi ed iniziative. Nella splendida cornice delle colline del Chianti toscano, fra vigne e paesaggi suggestivi, anche quest’anno si terrà, il prossimo 8 settembre, il tradizionale convegno incentrato sui temi legati all’ambiente ed alla sostenibilità. Un appuntamento che nel corso degli anni, grazie alla presenza di ospiti illustri e temi di alto profilo, ha saputo staccarsi dalla sua originaria dimensione locale, per avere invece una forte connotazione nazionale, capace di richiamare l’attenzione sull’ambiente, inteso nella sua accezione più attuale, che considera la sua tutela non in conflitto, ma in sintonia con il concetto di sviluppo. Anche per questa 19esima edizione, Sei Toscana sarà tra i protagonisti della kermesse: l’amministratore delegato della società, Eros Organni, interverrà al convegno “Economia circolare: un futuro sostenibile e competitivo per l’agricoltura, l’industria, i servizi. Siena e il Chianti nell’orizzonte europeo”. In particolare, Organni prenderà parte al dibattito incentrato sulle “Politiche per l’innovazione ecologica nelle aziende di servizio pubblico industriali e nell’economia toscana”, illustrando le attività messe in campo da Sei Toscana nei suoi primi anni di attività e gli obiettivi e le strategie per il futuro. Assieme ad Organni, al dibattito parteciperanno anche Alessandro Fabbrini, presidente di Sienambiente; Alessandro Canovai, presidente di Revet; l’amministratore delegato di Estra, Alessandro Piazzi e Alfredo De Girolamo, presidente di CISPEL Toscana. Fra i relatori del convegno – che inizierà alle 15:30 con il saluto del sindaco di Castelnuovo Berardenga, Fabrizio Nepi e proseguirà per l’intero pomeriggio – ci saranno anche Rossella Muroni, presidente nazionale di Legambiente; Angelo Riccaboni, rettore dell’Università di Siena; Dino Scanavino, presidente nazionale della CIA e l’assessore all’ambiente della Regione Toscana, Federica Fratoni. “La crisi economica degli ultimi anni – affermaSimone Brogi, dell’associazione Pro San Gusmè, che da anni si occupa dell’organizzazione dell’evento – è uno stimolo ulteriore per i relatori, gli organizzatori e i partecipanti nel discutere, dibattere e portare le migliori pratiche da lanciare per stimolare una ripresa economica basata sul risparmio energetico, l’utilizzo e la produzione di materiali ecologici, la valorizzazione dei territori e il loro valore intrinseco. Insomma San Gusmè rappresenta ormai un appuntamento fisso che ne fa una piccola Cernobbio per tali temi”.