Sei Toscana protagonista a San Gusmè

[6 settembre 2018]

Torna il tradizionale appuntamento della Festa del Luca, a San Gusmè, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Anche l’edizione 2018, la numero 39, si sviluppa, come da tradizione, sui primi due fine settimana di settembre, oltre all’appuntamento infrasettimanale con il consueto convegno sulla sostenibilità ambientale e l’economia circolare che si è tenuto nella giornata di ieri. E proprio al convegno “Bioeconomia e biodistretti nell’economia circolare: sviluppo economico, urbanistica e ambiente per un futuro sostenibile”, Sei Toscana è stata una delle protagoniste più attese, rappresentata dal proprio presidente Leonardo Masi. Masi infatti è stato fra i relatori della tavola rotonda finale che ha visto come ospiti gli amministratori delle aziende che si occupano di tematiche ambientali e servizi pubblici locali quali rifiuti, energia e acqua. Tanti i temi toccati dall’intervento del presidente di Sei Toscana, dagli obiettivi in termini di raccolta differenziata, passando dalla recente approvazione del piano industriale sino ai nuovi metodi di raccolta attivati dal gestore sul territorio servito. “Proprio pochi giorni fa, il Consiglio di amministrazione ha approvato all’unanimità le linee guida del nuovo piano industriale che ha l’obiettivo, tra le altre cose, di voler fornire un contributo tecnico ad Ato e alle amministrazioni per arrivare alla definizione del Piano d’Ambito, il documento strategico che consentirà di programmare l’attività nel medio periodo e di effettuare delle scelte durature sulle attività e sui servizi. L’approvazione rappresenta un passaggio propedeutico alla realizzazione di tutte le attività previste, sia in termini di servizio che di gestione, volte a raggiungere una progressiva integrazione territoriale dei servizi e un deciso incremento della raccolta differenziata e del recupero di materia, raggiungendo in tal modo gli obiettivi previsti dalla Regione Toscana e dall’Unione Europea. Le linee guida confermano l’intenzione della Società di attivare servizi di raccolta differenziata compatibili per ogni territorio – ha detto Masi –, integrando diversi sistemi di raccolta: dal domiciliare, il cosiddetto porta a porta, a quello stradale e di prossimità. Sotto questo aspetto è previsto e confermato il progressivo utilizzo di sistemi di conferimento ad accesso controllato, proseguendo il percorso volto ad arrivare ad un sistema di tributo puntuale nel prossimo futuro, ossia far pagare all’utenza per ciò che effettivamente produce in termini di quantità e qualità dei rifiuti conferiti. Altro aspetto fondamentale per il gestore è quello relativo all’educazione ambientale. Sei Toscana già da diversi anni entra nelle scuole di tutto il territorio grazie al progetto “RI-Creazione” che lo scorso anno ha visto coinvolti oltre 7000 studenti. E’ intenzione della Società aumentare questo numero, coinvolgendo sempre più gli istituti scolastici dei comuni di ambito così da cercare di dare sempre più una svolta culturale al territorio, mettendo al centro dell’attenzione le tematiche ambientali e le buone pratiche. Ritengo inoltre che Sei Toscana sia un attore con un profilo di responsabilità sociale elevatissimo e su questo si concentreranno le attività che il gestore porterà avanti su tutto il territorio servito”. La Festa del Luca proseguirà anche sabato 8 e domenica 9 settembre con un programma ricco di appuntamenti. Per maggiori informazioni: www.sangusme.it.