Sette milioni di investimenti regionali per il nuovo Sesta Lab

[21 aprile 2015]

Saranno erogati a breve i 3,3 milioni di euro che rappresentano la seconda tranche dei 7,3 milioni di euro di investimenti regionali destinati a far compiere un ulteriore salto di qualità all’area di test per le camere di combustione delle turbine a gas.
E’ stato annunciato nel corso della cerimonia per l’inaugurazione del nuovo Sesta Lab di Radicondoli (Siena), uno dei principali laboratori mondiali per l’esecuzione di prove sui combustori di turbine a gas in condizioni e scala reali.

Passato poco più di un anno fa (febbraio 2014) alla gestione da parte del Cosvig (il Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche, una società consortile a capitale interamente pubblico che ha tra i soci i Comuni delle zone geotermiche) il Sesta Lab sta già facendo registrare ottime prestazioni. E’ passato da un deficit gestionale di 1,5 milioni di euro l’anno all’attuale attivo di 400.000 euro. Grazie a Sesta, Nuovo Pignone sta realizzando un investimento da 105 milioni per produrre in Toscana una nuova famiglia di turbine e recentemente è stato firmato un contratto con il gruppo cinese Beijing Huatsing che effettuerà i suoi test a Sesta per un lungo periodo: 60 settimane.

Secondo la Regione Toscana è la conferma della bontà della propria  scelta di investire in questa struttura, dalle grandissime potenzialità attrattive e che si avvia a diventare la leader mondiale del settore. Con la nuova caldaia da 3,8 milioni di euro e con la nuova linea di compressione, i cui lavori dovrebbero partire entro la prossima estate e che dovrebbe iniziare a funzionare nel primo trimestre dell’anno prossimo, Sesta Lab diventerà ancora più competitivo. Soddisfazione inoltre, da parte della Regione, per la notizia che sei dei giovani del Progetto Giovanisì troveranno lavoro nel laboratorio a tempo indeterminato. Due sono già stati assunti dopo aver frequentato uno stage di quattro mesi a Sesta. Due lo stanno attualmente frequentando, mentre gli ultimi due lo inizieranno a breve.

Attualmente il Sesta Lab impiega 10 dipendenti, tra tecnici di laboratori industriali, meccanici dedicati alla manutenzione, elettrotecnici ed elettronici che gestiscono il software.

Secondo l’amministratore unico del Cosvig, la mission dei clienti di Sesta Lab è la riduzione dei consumi, l’aumento dell’efficienza e della flessibilità di utilizzo nonché l’abbattimento degli inquinanti. A loro disposizione trovano un laboratorio in grado di rispondere a queste esigenze con altissimi livelli tecnologici e recuperando le conoscenze e il now how acquisiti nel tempo. A suo giudizio l’impegno profuso dal Cosvig ha consentito di portare a completamento le operazioni di acquisizione di Sesta Lab e di chiudere il bilancio del primo anno di attività con un consuntivo 2014 in cui si evidenzia un utile di oltre 400.000 euro.

La struttura sorge su un’area di oltre 22.000 metri quadrati situata nel comune di Radicondoli dove, nei primi anni ’90, è stata progettata e costruita dalla sezione Ricerca di Enel per lo studio del processo di combustione pressurizzata. Durante lo scorso anno hanno effettuato test a Sesta Lab General electric per 28 settimane e 210 ore di prove, Ansaldo energia per 12 settimane e 120 ore di prove e Enel per 4 settimane e 40 ore di prove.

Alla cerimonia hanno partecipato inoltre l”Amministrazione comunale di  Radicondoli, l’amministratore unico del Cosvig, il Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche, il presidente di Nuovo Pignone GE oil & gas, la responsabile Ricerca e Sviluppo Global Generation di Enel, e l’Amministratore Delegato di Ansaldo Sviluppo Energia.