Successo per la settimana della qualità di Toscana Ricicla, la piattaforma di comunicazione delle aziende toscane dell’economia circolare

[24 novembre 2016]

Successo per la Settimana della qualità, la campagna di comunicazione 2016 di Toscana Ricicla, ovvero la piattaforma composta dai soggetti che si occupano di ciclo integrato dei rifiuti in Toscana e che Sei Toscana sostiene. Una settimana, quella che si concluderà il prossimo sabato, che ha visto diverse attività presso il padiglione appositamente realizzato e installato in piazza della Repubblica a Firenze,  tra le quali vi sono state le visite delle scuole, le animazioni e i “trash mob” che hanno coinvolto in maniera simpatica i cittadini, la presentazione della campagna Zero sprechi a cura degli Amici della Terra, nonché la presentazione di alcuni dati in merito alla filiera del riciclo toscano. L’iniziativa è stata inaugurata lo scorso venerdì alla presenza dell’assessore all’ambiente del comune di Firenze, Alessia Bettini che ha definito la campagna  un “ottimo esempio pratico e concreto di ciò che si intende per economia circolare” e di Alessandro Canovai, presidente di Revet, l’azienda che raccoglie, seleziona e avvia al riciclo gran parte delle plastiche, alluminio, acciaio, vetro, poliaccoppiati come il tetrapak derivati dalle raccolte differenziate urbane e da quelle delle attività produttive della Toscana. L’intero padiglione è stato infatti realizzato con materiale riciclato, dalle plastiche delle strutture ai cartoni di alcuni arredi e complementi, fino all’alluminio del porta bici installato all’interno, anch’essa derivata da riciclo. Tra le varie iniziative, durante la Settimana della qualità sono state effettuate visite per le scuole che hanno potuto così toccare con mano ciò che si ottiene da una buona raccolta differenziata e da un’efficiente industria del riciclo. Interessante è stata anche la presentazione dei dati di Comieco (il consorzio per il recupero ed il riciclo degli imballaggi di carta e cartone) sul riciclo di carta derivante dalla raccolta differenziata dei cartoni per bevande. I dati presentati hanno infatti mostrato come nel 2015 siano state oltre 3000 le tonnellate di cartoni per alimenti e bevande come ad esempio il Tetrapak che sono state raccolte dai cittadini toscani e riciclati attraverso il Consorzio negli impianti della stessa regione, realizzando così una filiera industriale corta e funzionale, perfettamente in sintonia con lo spirito dell’economia circolare che viene fortemente incoraggiato dall’Unione Europea. Dopo la prima esperienza di Firenze, il padiglione sarà a disposizione degli altri territori toscani dove, nei mesi prossimi, potrà essere nuovamente allestito e messo in mostra.