Con Sei Toscana 10 tonnellate di RAEE…@scuola

[28 aprile 2016]

Quasi dieci tonnellate di piccoli elettrodomestici sono stati raccolti dai 3000 bimbi delle scuole di Siena, San Giovanni Valdarno, Montevarchi e Terranuova Bracciolini che hanno partecipato al progetto RAEE@scuola, la campagna nazionale di educazione e sensibilizzazione nei confronti dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, promossa dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e dal Centro di Coordinamento Raee (CdC RAEE), con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a cura di Ancitel Energia e Ambiente. Una quantità notevole, suddivisa su 4 comuni per circa una trentina di scuole. I dati delle quantità raccolte sono stati adesso trasmessi alla segreteria nazionale del progetto che provvederà, una volta terminate le operazioni in tutte le scuole d’Italia, a stilare la classifica definitiva che dovrebbe essere pronta e comunicata verso la fine di maggio. Qualunque sia il posizionamento a livello nazionale, quello che è stato fatto dalle scuole che ricadono nell’ATO Toscana Sud è di sicuro un risultato eccellente, che dimostra la buonissima partecipazione non solo degli alunni ma anche delle famiglie. E proprio il coinvolgimento a casa del nucleo familiare era uno degli obiettivi sia del progetto, sia di Sei Toscana che ha aderito con entusiasmo, facendo così conoscere a studenti ed adulti i servizi che il gestore unico mette gratuitamente a disposizione dei cittadini per poter garantire una corretta raccolta differenziata ed avvio a riciclo di questi particolari rifiuti. Progetti come questo si sposano infatti alla perfezione con le azioni di sensibilizzazione di Sei Toscana che dall’avvio della gestione unica ha investito molto in educazione ambientale, partecipando attivamente a iniziative come RAEE@scuola, ma anche promuovendo in prima persona progetti come “RI-Creazione”, in collaborazione con Legambiente, che al suo primo anno di vita vede già la partecipazione di oltre 250 classi delle scuole primarie e secondarie delle tre le province di Arezzo, Siena e Grosseto, con più di 3000 bambini coinvolti. Nello specifico di questa iniziativa i RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), costituiscono una tipologia di rifiuto in costante aumento, se si considera la presenza di oggetti tecnologici nella nostra vita quotidiana e la loro sempre più precoce obsolescenza. Questi particolari rifiuti contengono componenti che sono molto preziose perché riutilizzabili e riciclabili. Al contrario invece se non correttamente raccolti e avviati a trattamenti specifici, possono rappresentare un potenziale pericolo per l’ambiente. Per SEI Toscana risulta quindi fondamentale la sensibilizzazione delle nuove generazioni sulle corrette modalità di raccolta e di recupero dei piccoli elettrodomestici, quale punto di partenza e cassa di risonanza per far comprendere a pieno l’importanza di quel processo virtuoso che permette di tramutare il rifiuto in risorsa. Inoltre. La sensibilizzazione delle nuove generazioni ai temi legati all’ambiente, con particolare riferimento alla gestione dei rifiuti, si affianca al costante lavoro di informazione e comunicazione che il gestore rivolge alla fascia più adulta di cittadini, per far conoscere loro tutti i servizi a disposizione. Nel caso dei RAEE, per avviarli correttamente a riciclo i cittadini della Toscana del Sud possono portarli  direttamente alle stazioni ecologiche o centri di raccolta o in alternativa, per i rifiuti ingombranti, rivolgersi a SEI Toscana chiamando il numero verde 800127484. Per per maggiori informazioni è consultabile il sito internet all’indirizzo www.seitoscana.it.