Sei Toscana ancora a lavoro per attivare i porta a porta nella Toscana del sud

[26 maggio 2017]

Proseguono le azioni di Sei Toscana per le nuove attivazioni di servizi di raccolta domiciliare nei comuni della Toscana del Sud. Attività fatte di informazione, attraverso incontri pubblici, e di consegna di kit per la raccolta differenziata. A Chianciano Terme proprio la consegna casa per casa dei sacchi ed il materiale informativo per poter usufruire correttamente del servizio di raccolta differenziata porta a porta ha preso il via lunedì 22 maggio e proseguirà fino al completamento e all’attivazione del servizio che è prevista per la seconda metà del mese di giugno. Le consegne, già iniziate, proseguono anche nelle frazioni di Camucia, Ossaia, Vallone, Sodo e Tavernelle nel comune di Cortona, che per prime vedranno attivato il servizio, previsto anche in questo caso per la metà di giugno. Le altre frazioni cortonesi interessate dalla riorganizzazione dei servizi, dovranno invece attendere gli incontri durante i quali amministratori e tecnici comunali, assieme a personale di sei Toscana, illustreranno ai cittadini le nuove modalità di raccolta, con particolare riferimento alle modalità di separazione dei rifiuti e alle regole della loro esposizione. I primi due sono previsti per lunedì 5 giugno, alle 18 presso il Circolo di Monsigliolo e alle 21 a quello di Fratta, mentre mercoledì 7 giugno si terranno alle 18 pressi il Circolo di Fossa del lupo e alle 21 presso quello di Montecchio. Lunedì 5 giugno un incontro pubblico è inoltre previsto anche a nel comune di Castellazzara, dove verrà ampliato il servizio di raccolta domiciliare, che si terrà alle 17.30 presso la sala polifunzionale “la casa del minatore”. E ancora il 7 giugno due incontri pubblici sono previsti anche per il comune di Montieri che vedrà in futuro l’attivazione del servizio porta a porta. L’appuntamento è per le ore 18.30 presso il teatro comunale a Boccheggiano, mentre il secondo è per le 21.00 presso la sala del Consiglio del Comune di Montieri.  Gli obiettivi, che vedono Sei Toscana e le varie amministrazioni comunali impegnati nel promuovere nuove modalità di raccolta differenziata, sono quelli di raggiungere elevate percentuali di raccolta differenziata e quindi di rifiuti da avviare ad effettivo riciclo, secondo quanto previsto anche dalle vigenti normative.