Sei Toscana potenzia la rete di punti di raccolta dell’olio alimentare esausto

[11 gennaio 2018]

Prosegue il lavoro di Sei Toscana, in collaborazione con le amministrazioni comunali, l’Autorità di ambito e le aziende partner, per estendere la rete di raccolta dell’olio alimentare esausto (quello utilizzato per la preparazione e conservazione del cibo) nel territorio dell’Ato Toscana Sud. Dopo le ultime attivazioni che hanno interessato diversi comuni della provincia senese e aretina, è il turno di Grosseto e Campagnatico, in provincia di Grosseto, dove da oggi sono a disposizione dei cittadini nuovi punti di raccolta. A Campagnatico sono stati posizionati quattro nuovi contenitori a Montorsaio in via della Madonna, ad Arcille in via I Maggio, a Campagnatico in via Ugo Foscolo e a Marrucheti lungo la strada provinciale Le Conce. Mentre a Grosseto è stato riattivato il punto di raccolta presso il supermercato Coop di via Inghilterra. I cittadini residenti nei due comuni maremmani potranno così conferire correttamente questo particolare rifiuto conferendolo nei contenitori appositi che saranno gestiti da Calussi, l’azienda cui Sei Toscana ha affidato il servizio per i comuni della provincia di Grosseto. Sei Toscana e le amministrazioni comunali hanno attivato e potenziato il servizio per intercettare questo particolare rifiuto che, se non smaltito correttamente, può creare danni ambientali molto significativi: basta infatti un litro d’olio alimentare esausto per rendere non potabile un milione di litri d’acqua, una quantità che potrebbe dissetare circa 140 persone per 10 anni. L’attivazione dei nuovi punti di raccolta si inserisce nel progetto di area vasta che Sei Toscana, in collaborazione con le amministrazioni comunali e Ato Toscana Sud, stanno progressivamente estendendo a tutto il bacino di riferimento. “Sei Toscana ha affidato il servizio specifico di raccolta dell’olio alimentare esausto ad aziende specializzate – dice Roberto Paolinipresidente di Sei Toscana – garantendo ai cittadini un servizio efficiente e con l’obiettivo di trasformare in risorsa qualcosa che, ancora oggi, viene considerato prevalentemente un rifiuto. L’attivazione di questi punti di raccolta darà un’ulteriore possibilità ai cittadini di conferire il rifiuto in modo corretto, preservando l’ambiente e contribuendo anche ad incrementare le quantità di rifiuto intercettate in modo differenziato. E’ da sottolineare che il costo del servizio non ha alcuna ripercussione sulla tariffa perché si remunera direttamente con la produzione di energia proveniente dall’olio raccolto”. Per avere tutte le informazioni utili sui servizi di raccolta: www.seitoscana.it e numero verde 800 127 484.