Il Tribunale distrettuale del riesame di Firenze revoca la misura interdittiva a Dunia Del Seppia e a Massimiliano Monti

[9 febbraio 2018]

Con provvedimento del 2 febbraio 2018, notificato in data odierna, il Tribunale distrettuale del riesame di Firenze, in sede di appello, ha revocato la misura interdittiva nei confronti della dott.ssa Dunia Del Seppia e del dott. Massimiliano Monti, emessa nel mese di dicembre nell’ambito dell’indagine sul presunto traffico illecito di rifiuti che ha coinvolto diverse imprese del territorio.

Il Tribunale ha ritenuto insussistenti nei confronti dei dipendenti di REA Impianti, non solo le esigenze cautelari, ma in particolar modo i gravi indizi di colpevolezza.

Nessuno stupore per questa decisione: la Società ha sempre operato nel rispetto della normativa di settore e dei provvedimenti autorizzativi secondo standard operativi certificati e costantemente implementati nel tempo.

La Società ribadisce quindi l’estraneità alle vicende oggetto di giudizio e prende positivamente atto degli sviluppi giudiziali, confermando la piena fiducia ed il pieno sostegno nell’operato della Magistratura.

“Sono molto contento di questo primo risultato dell’approfondimento del lavoro della magistratura che esclude la presenza di gravi indizi di colpevolezza nei confronti delle nostre persone coinvolte in questo complesso procedimento di indagine” – dichiara l’Amministratore Unico Alessandro Giari – “in questi mesi purtroppo è passata un’immagine ingiustamente molto negativa della nostra azienda. Tengo a precisare che, a differenza di quanto si possa generalmente pensare, si può operare nel mondo dei rifiuti anche con onestà e correttezza, come la nostra Società fa ogni giorno. Ovviamente, confermiamo la nostra piena disponibilità a collaborare con gli organi giudiziari per addivenire in tempi più rapidi possibili a stabilire la verità dei fatti.”