Un Capodanno sostenibile con i consigli di Sei Toscana

[29 dicembre 2016]

Tutti ci stiamo preparando a salutare l’anno vecchio e a dare il benvenuto al nuovo tra cenoni, veglie, canti e balli in piazza o a casa, e come già fatto per Natale, ecco qualche consiglio utile per passare un Capodanno green ed ecosostenibile.

In cucina la parola d’ordine è non sprecare. Ad ogni modo gli avanzi o gli scarti della preparazione del cenone vanno separati e conferiti in modo differenziato nei contenitori per la raccolta della frazione organica. I rifiuti organici così raccolti saranno trattati dagli impianti presenti nel territorio della Toscana del sud e diventeranno compost da utilizzare in agricoltura.

Le bottiglie di plastica e le lattine delle bibite, schiacciate e ridotte di volume, vanno gettate nel multimateriale (plastica, alluminio, tetrapak). Anche i piatti e bicchieri di plastica, il cui utilizzo deve essere ridotto al minimo, vanno gettati nel multimateriale. Le posate di plastica, invece, vanno nell’indifferenziato.

Le bottiglie di vetro di spumante o di champagne utilizzate per brindare all’anno nuovo, dopo essere state vuotate e sciacquate, vanno gettate nei contenitori adibiti alla raccolta del vetro, nei comuni dove è già attiva la raccolta mono-vetro; o nel multimateriale assieme a plastica, alluminio e tetrapak dove ancora non lo è.

Se infine l’anno nuovo ci invita a disfarsi dei vecchi mobili, nessun problema: per disfarsi dei rifiuti ingombranti, come appunto gli arredi delle abitazioni si potrà contare sui centri di raccolta attivi nel territorio oppure prenotare il ritiro a domicilio del materiale chiamando il numero verde 800127484, inviando una mail a ingombranti@seitoscana.it o compilando l’apposito modulo sul sito www.seitoscana.it.