Unirecuperi: perché siamo a Ischia di Crociano. Domani (1 ottobre) incontro pubblico di Rimateria

[30 settembre 2018]

Unirecuperi, socio al 30% di RIMateria, ha diffuso un comunicato nel quale- tra l’altro –  sottolinea che “da oltre 30 anni sul mercato delle bonifiche di siti inquinati e della gestione dei rifiuti speciali e industriali”, l’azienda reggiana del gruppo Unieco Ambiente “si appresta così a mettere a disposizione di Rimateria la propria esperienza, affidabilità e il proprio know how per la gestione e lo sviluppo dell’area di Ischia di Crociano storicamente dedicata al trattamento, riciclo e smaltimento dei rifiuti non pericolosi”. Unirecuperi ricorda che “in tale area è previsto un piano di riqualificazione paesaggistica e ambientale che riguarda l’attuale discarica Asiu, l’ex discarica in disuso dell’adiacente acciaieria Lucchini, nonché il sito contaminato da residui di acciaieria ‘LI53’ , anch’esso adiacente, per il quale il ministero dell’ambiente ha emesso un decreto di bonifica che vede in RIMateria il soggetto indicato per la sua bonifica”. Inoltre Unirecuperi fa presente che la “ripresa dell’attività produttiva dell’acciaieria, rappresenta sicuramente una nuova opportunità anche per RIMateria, la quale può candidarsi per la gestione dei rifiuti che verranno prodotti dall’acciaieria e dovranno a loro volta essere riciclati (scorie) o inertizzati e smaltiti in condizioni di sicurezza”.

Sono questi argomenti che faranno da scenario anche all’incontro con la cittadinanza che RIMateria organizza per lunedì 1 ottobre alle ore 17 al Multizonale di Montegemoli. Si tratta del 37° incontro che l’azienda organizza da quando ha iniziato a operare, con lo scopo di informare mensilmente sullo stato di avanzamento dei lavori. Lunedì sarà presente il direttore Luca Chiti che, dopo la relazione introduttiva, sarà a disposizione per rispondere alle domande del pubblico.