Visite negli impianti: 7 mila visitatori in 14 anni

[20 ottobre 2016]

Il modo migliore per conoscere la corretta gestione dei rifiuti nella provincia di Siena è vederla con i propri occhi. Con questa idea, in 14 anni, negli impianti di Sienambiente sono arrivati circa 7 mila visitatori, tra studenti, gruppi di cittadini e rappresentanti di enti pubblici che hanno potuto osservare direttamente sul campo il trattamento del vetro, della carta, dell’alluminio e di tutti gli altri rifiuti urbani. Numeri importanti nati dalla curiosità e dal desiderio di informazione dei cittadini di saperne di più sul ciclo dei rifiuti che continuano a trovare in Sienambiente una risposta positiva.

Anche quest’anno, infatti, prosegue l’attività delle visite con due classi delle scuole medie inferiori dell’Istituto Comprensivo 1 di Poggibonsi che, oggi, hanno varcato i cancelli dell’impianto di selezione, valorizzazione e compostaggio delle Cortine. La scolaresca ha aderito a sCOOL FOOD della Fondazione Monte dei Paschi, un progetto legato al tema della corretta alimentazione e del consumo consapevole, nato dall’adesione della Fondazione Monte dei Paschi di Siena al Protocollo di Milano promosso dalla Barilla Center for Food and Nutrition Foundation. Obiettivo dell’iniziativa, è fornire agli studenti nozioni relative al cibo, agli stili di vita, all’agricoltura e alla  sostenibilità che li aiutino a fare scelte consapevoli.

In questo senso, la corretta gestione dei rifiuti è un passo fondamentale per poter ridurre gli sprechi e il contributo di Sienambiente al progetto, in collaborazione con Sei Toscana, si sviluppa proprio nella parte di educazione ambientale. Nel corso della lezione che si è tenuta oggi in impianto, agli studenti sono state illustrate le misure per la prevenzione della produzione dei rifiuti e il lavoro svolto nell’impianto delle Cortine finalizzato, oltre che alla  valorizzazione delle raccolte differenziate, al trattamento dei rifiuti organici dai quali si produce il compost Terra di Siena, un ammendante utilizzato anche in agricoltura biologica.

«Sienambiente è da molti anni impegnata nell’informazione al cittadino attraverso le visite nei nostri impianti – ha dichiarato il presidente di Sienambiente, Alessandro Fabbrini – Abbiamo quindi accolto con grande piacere il progetto sCOOL FOOD, un ulteriore occasione di sensibilizzazione rivolta agli studenti i quali si possono avvicinare al mondo dei rifiuti e approfondire alcune tematiche legate alla loro corretta gestione, a partire dalla riduzione degli sprechi alimentari fino alla produzione del compost Terre di Siena che rappresenta un esempio di economia circolare».

Il progetto sCOOL FOOD porterà negli impianti di Sienambiente circa 400 studenti.  Le attività proseguiranno tutti i giovedì fino al 24 di novembre. Per tutti gli altri visitatori, gli impianti sono visitabili martedì e venerdì.