Insieme Ambiente Italia, Cresme Consulting e Legambiente

Accordo per promuovere una politica industriale meno inquinante

[6 febbraio 2014]

Oggi a Roma Ambiente Italia, Cresme Consulting e Legambiente hanno sottoscritto un protocollo d’intesa «per la promozione di una politica industriale meno inquinante e l’attuazione delle Linee Guida emanate dal Ministero dell’Ambiente per la qualificazione ai fini della sostenibilità delle aree produttive italiane».

Le tre organizzazioni spiegano che «la crisi economica e le opportunità derivanti dalla riconversione ecologica delle aree produttive sono i due principali fattori alla base dell’accordo, che ha come obiettivo mettere in comune le specifiche competenze ed esperienze dei partner nei diversi campi e ambiti di impegno operativo, promuovendo politiche, azioni e progetti per lo sviluppo di un diffuso processo di ammodernamento e riconversione delle aree produttive secondo criteri di qualità ambientale, sostenibilità e competitività produttiva delle aziende insediate».

Al centro del protocollo d’intesa c’è  «la necessità di sensibilizzare gli Enti preposti, nazionali regionali e locali, alla adozione di disposizioni normative e amministrative, azioni, strumenti e risorse di supporto alla riconversione sostenibile delle aree produttive, alla promozione di innovative modalità di gestione delle aree industriali stesse, e alla individuazione nella programmazione europea, nazionale e regionale dei fondi europei 2014-2020 di risorse per avviare tali trasformazioni».

Il protocollo di intesa  viene presentato come «una unione di intenti operativa basata sulle singole e complementari esperienze dei partner nel campo dell’innovazione e della sostenibilità ambientale delle politiche economiche: Legambiente per le azioni di tutela e valorizzazione dell’ambiente, delle risorse naturali, della salute e per le attività di informazione e formazione improntate allo sviluppo sostenibile; Ambiente Italia per la sua pluriennale esperienza in materia di ricerca, progetti e consulenza per la sostenibilità, che in materia di aree produttive si è concretizzata nella redazione di linee guida per le Apea (Provincia di Milano), supporto tecnico-scientifico alla Rete Cartesio, coordinamento del progetto Life Eta Beta, studi di fattibilità in 4 aree produttive nelle Regioni Obiettivo Convergenza per conto del Ministero dell’ambiente; Cresme Consulting ha curato per conto del ministero dell’ambiente la redazione delle Linee Guida su Apea e EcoAP nell’ambito del PON-Gas Ambiente».

La prima proposta operativa sulla quale i firmatari si attiveranno nei prossimi mesi sarà lo studio di un sistema informativo riguardante le aree industriali italiane.