Acqua pubblica: in Europa raccolte quasi due milioni di firme

[10 settembre 2013]

Sono quasi due milioni le firme raccolte in 13 paesi dell’Unione (Italia, Germania, Austria, Belgio, Finlandia, Grecia, Ungheria, Lituania, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Slovenia e Slovacchia) per l’Iniziativa dei cittadini europei (Ice) in favore dell’acqua pubblica. La campagna di raccolta si è conclusa anche Italia dove è stata promossa dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua e Cgil – Funzione Pubblica, e le firme italiane sono state consegnate oggi al Ministero degli Interni.

«L’Iniziativa dei cittadini europei è una nuova forma di partecipazione messa a disposizione dal Parlamento Europeo ai cittadini e quella sull’acqua pubblica è la prima Ice presentata anche in Italia- hanno spiegato dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua- Un segnale forte dopo i referendum di due anni fa che valica le frontiere nazionali e che dice all’Unione di come i cittadini, il sindacato e i movimenti europei siano convinti che la gestione del settore idrico debba essere fuori dal mercato e dalle logiche di profitto».

Nel nostro paese sono state raccolte oltre 67mila firme di cui 22mila in forma cartacea e più di 45mila online. E’ stata così abbondantemente superata la quota di 54mila firme fissata per l’Italia, dal comitato promotore internazionale. «Ci attendiamo che la Commissione Europea, quando dovrà esaminare le richieste provenienti dall’ Ice all’inizio del prossimo anno, dia risposte positive in proposito: per parte nostra, continueremo a seguire l’evoluzione di quest’importante iniziativa con le necessarie forme di pressione e mobilitazione» hanno concluso dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.