Adotta un Torrente a Massa e Carrara

Le associazioni coinvolte in un progetto di tutela dell'ambiente e prevenzione del rischio idrogeologico

[17 marzo 2017]

Il Consorzio di bonifica Toscana Nord e i Sindaci di Massa e Carrara promuovono il progetto, Adotta un torrente, finalizzato alla tutela dell’ambiente e alla prevenzione del rischio idrogeologico e rivolto a tutte le associazioni di volontariato e protezione civile che operano nei Comuni della fascia costiera della Provincia di Massa e Carrara.

«Il Consorzio ha già dato in adozione molti chilometri di corsi d’acqua ad associazioni – spiega il Presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi – ed oggi vogliamo estendere questa esperienza anche ai comuni della fascia costiera della Provincia di Massa Carrara. Il nostro obiettivo è quello di costruire un vero sistema dedicato alla prevenzione e alla cura dell’ambiente che veda protagonisti i cittadini singoli ed organizzati. E’ per questi motivi, alla luce positiva esperienza maturata negli anni, che proponiamo anche alle associazioni di questo territorio di aderire ed ai Sindaci di sostenere questa iniziativa con le realtà di associazionismo e volontariato presenti nei rispettivi comuni».

Consorzio di bonifica e Comuni spiegano che «Per le associazioni che vorranno aderire è prevista la stipula di una convenzione il cui contenuto varia a seconda della vocazione e della capacità operativa dei volontari, dalla tipologia del territorio e del reticolo idrografico. La convenzione prevede una base comune che consiste nel solo monitoraggio dei corsi d’acqua e si arricchisce di ulteriori compiti, come azioni per la tutela della biodiversità fino alla rimozione dei rifiuti in alveo e sulle sponde. È prevista anche un’attività di divulgazione che vede protagonisti i cittadini, attraverso visite guidate e l’organizzazione di incontri pubblici».

Per le associazioni che aderiranno ad “Adotta un torrente” è previsto un rimborso spese annuale il cui importo varia in base agli impegni ed alle attività che i volontari prevedono di assolvere.

Al Consorzio di bonifica Toscana Nord spiegano che «Il progetto è scaturito da analoghe forme di collaborazione, sperimentate con risultati positivi, nelle quali il Consorzio di Bonifica ha dato in adozione molti chilometri di corsi d’acqua a molte associazioni della Versilia, Pianura Lucchese e di Bientina. L’obiettivo è quello di costruire un vero sistema dedicato alla prevenzione ed alla cura dell’ambiente che veda protagonisti i cittadini singoli ed organizzati e soprattutto l’estensione della sorveglianza e del presidio del territorio durante tutto l’anno e non limitatamente alle condizioni metereologiche avverse».

Le associazioni che vorranno prendersi cura di un corso d’acqua sono invitate a presentare domanda al Consorzio di Bonifica scrivendo alla mail simona.tedesco@cbtoscananord.it o telefonando allo 0584 439924.

439924.